120 anni

Un titolo piuttosto enigmatico, vi starete dicendo, che lascia poco ad intendere. Non preoccupatevi, per risolvere l‘arcano non sono necessarie le famose celluline grigie di Poirot o l’acume di Sherlock Holmes, stiamo infatti parlando di un decerebrato. Sarà forse Kane Tanaka, la persona più vecchia del mondo? No, lei ne ha appena compiuti 119 ed ha ancora tutti i neuroni funzionanti. Almeno lei.
Vi do un indizio: chi ha subito il delitto non è un cristiano ma ebbene sì un vegetale, più precisamente un albero. Qualcuno avrà già fatto 2 più 2….ancora pochi però. È necessario restringere la cerchia. Si tratta di una pianta maestosa, rara ed estremamente longeva, può infatti raggiungere i 4000-5000 anni di vita ed e’ conosciuta con il nome di albero della morte: il tasso.

Ormai la maggior parte di voi avrà capito a quale nefasto avvenimento mi riferisco: la deturpazione del magnifico tasso nella falesia di Verzegnis. Tuttavia ci sarà ancora qualcuno a cui tutto ciò risulterà oscuro e dunque pretenderà chiarimenti, lasciate quindi che vi racconti una breve ma esplicativa storiella. Siamo verso la fine degli anni 80’, in Carnia non c’erano molte falesie, ma sul conglomerato, escluso qualche sparuto tentativo di dar vita ad un falesia su questa conformazione rocciosa da parte dei soliti Udinesi, la tela era ancora completamente bianca. Un allora giovane Chen, desideroso di migliorare spostando il terreno di gioco su inclinazioni più marcate, creò ex novo la falesia di Verzegnis, che diventò negli anni successivi un pannello di allenamento per lui e per gli scalatori della zona, ma anche una tappa obbligata per tutti o quasi i top climbers di allora.

Dietro uno dei tiri più belli, Kavango, sorgeva il nostro povero tasso, che il chiodatore decise allora di non tagliare, dato che oltre a non recare fastidio ad alcuno era addirittura utile per “rientrare” dopo essere scesci dal riscaldo, top gun. Sicuramente durante questi 30 anni il tasso ne ha viste e soprattutto sentite di cose che voi umani non potreste nemmeno immaginarvi……forse gli saranno sfuggiti i raggi B, ma non v’è dubbio che il Cristo e la Madonna gli siano apparsi più volte come mirabile visione. Ma il nostro tasso era un bonaccione e nonostante tutto, gli scalatori li sopportava più che volentieri.

Ce n’era uno però che proprio non gli andava a genio, non sapeva il perché ma già dalla prima occhiata avvenuta molti anni fa aveva capito che costui avrebbe dovuto tenerlo d’occhio. E ne aveva ben donde: un bel giorno l’impavido scalatore si presenta in falesia in compagnia di cotanto boscaiolo armato di motosega e in un momento, senza che il nostro albero potesse dirsi favorevole all’amnistia, decreta la sua fine. E tutt’oggi li giace, fiero e maestoso anche da caduto, forse lasciato lì come monito per i suoi successori. Si dice però che l’artefice di tale malefatta sia stato richiamato all’ordine da chi di dovere, noi siamo più buoni: ci auspichiamo soltanto che la carcassa del nostro amico tasso venga rimossa facendone buon uso, in previsione di inverni più rigidi o di eventuali immolazioni.

Osvaldo

~ di calcarea su febbraio 8, 2022.

2 Risposte to “120 anni”

  1. Come sempre ci vorrebbe un po’ piu’ di rispetto per piante e animali presenti in falesia e magari riutilizzare la legge del taglione…

  2. Taxus baccata. Una pianta fantastica la cui unica parte non velenosa è appunto la bacca rossa. Dal tasso, dalla corteccia si estrae il taxolo che è un antitumorale noto come paclitaxel. E tante altre cose. Insomma dobbiamo molto a questo gigante. Peccato farne sitiç. Mandi Osvaldo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: