Via “Gamboa” in Creta della Cjanevate

Molti di noi non conoscevano questo itinerario alpinistico, cui fa riferimento Mauro Florit nell’articolo pubblicato qualche giorno fa su Calcarea. Di seguito trovate la relazione. Per tutto quel che sta dietro la scelta del nome della via, consigliamo la lettura del post…

ALPI CARNICHE , GRUPPO COGLIANS – CHJANEVATE

CRETA DA CJANEVATE ANTICIMA EST parete SUD

VIA “GAMBOA

FLORIT Mauro C.A.A.I. con :  ORTOLANI Barbara, CORTESE Paola, CAROLI Andrea

il 12/10/96 , 18/05/97 , 05/09/97

dislivello : 400m + 200m fino all’ Anticima Est ; difficoltà : 5°+, 6°, 7°+

usati 15 chiodi di protezione,(lasciati 14) + 2 chiodi di progressione (lasciati)

10 chiodi di sosta (lasciati 7)

Bella via che sale in successione i due pilastri posti all’ estrema destra della parete. Rispettivamente il primo a sinistra della “gola di destra” ove sale la via Castiglioni – Soravito ’37 ed il secondo più a destra. Dalla cima del pilastro su facili rocce rotte si raggiunge obliquando verso sinistra la via normale di discesa. Il quarto tiro era già stato salito lungo un itinerario proveniente dalla sinistra.

Per una ripetizione sono utili alcuni chiodi, nuts e friends anche grandi.

ACCESSO : in due ore circa dal Passo di Monte Croce Carnico (1360m). L’attacco si trova in comune con la via Castiglioni – Soravito ’37 nel catino roccioso sottostante la gola.

RELAZIONE :

1) TIRO : dal catino alzarsi in artificiale (AO) su friends grandi e due chiodi raggiungendo un diedro fessurato strapiombante alla cui sommità sostare.

50m, sosta su 2 chiodi, AO, 7°- (4 chiodi)

2) TIRO : in obliquo verso sinistra attraversare fino allo spigolo e seguirlo fino alla base del pilastro.

50m, sosta su clessidra, 5°+ (3 chiodi)

3) TIRO : diritti sul diedro aperto, uscire a destra sotto uno strapiombetto e proseguire lungo la fessura fino a raggiungere un pulpito.

35m, sosta su due chiodi, 6°+ (2 chiodi)

4) TIRO : proseguire direttamente nel canale arrampicando sul suo lato destro fino a raggiungere la cima del primo pilastro

50m, sosta su un chiodo, 6° poi 4° (2 chiodi)

5) TIRO : un facile diedro permette di raggiungere la “ gola di destra” mirando poi alla base del secondo pilastro.

55m, sosta su due chiodi (uno tolto), 3°

6) TIRO : alzarsi direttamente dalla sosta per tre metri poi a sinistra altri due ad un chiodo da cui con splendida arrampicata raggiungere uno strapiombetto fessurato. Superatolo ancora diritti lungo fessure alla sosta sul canale al termine delle difficoltà.

50m, sosta su clessidra ed un chiodo, 7°+ (5 chiodi)

7) TIRO : proseguire per il canale fino alla cresta.

30m, sosta su clessidra, 3°+

8) TIRO : per salti di roccia compatta direttamente allo spigolo del pilastro

50m, sosta su due chiodi (tolti) 5°+

9) TIRO : gli ultimi facili metri a destra della cresta portano alla fine delle difficoltà

30m, sosta su friends 3°

Facilmente per rocce rotte obliquare a sinistra fino a raggiungere gli “ometti” che portano, come per tutte le altre vie della Creta, al sentiero della via normale di discesa. 200m di dislivello, primo grado.

 

 

~ di calcarea su Maggio 3, 2021.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: