2019, l’anno delle nuove falesie?

In mancanza dell’elemento naturale che immacola i post invernali di Calcarea, proviamo ad intrattenervi con un po’ di notizie varie, alcune anche eventuali, di arrampicata presente e futura.

A cavallo tra il 2018 e l’anno nuovo registriamo innanzitutto una serie di novità che riguardano le chiodature di itinerari in falesie note o in via di attrezzatura.

In  Cjarandes, che molti chiamano Caneva Alta, dopo anni di tentennamenti abbiamo finalmente chiodato il “riscaldo definitivo”, che consiste semplicemente in una partenza meno traumatica per la via che dà il nome alla falesia. Quattro spit autonomi a destra del primo tiro che si incontra, affacciandosi al suggestivo balcone roccioso. Uno spit è anche stato aggiunto a sinistra della catena, per permettere un prolungamento della via fino alla sosta di “Bugars”, l’8a più corteggiato del posto. Questo grazie al suggerimento dell’ultimo arrivato, anagraficamente, dei climbers locali. Nessuno ci aveva pensato prima, ma così il tiro acquista tre spit di continuità che non ne modificano la difficoltà, accrescendone l’interesse. Speriamo non se la prenda il Verza, che aveva rispettosamente chiesto al chiodatore di Cjarandes di attrezzare questa partenza: si consolerà certamente  con la recente riuscita  sull’8a+” Duron “!

Nella falesia  “Caparezza”, ancora in via di lavorazione, è stato liberato un nuovo tiro, salito on sight da Osvaldo e gradato 7a. Ve ne parliamo perchè, visto l’affollamento recente di Villanuova, qualcuno potrebbe decidere di passarci in transito,  per scaldarsi o per evitare la ressa. Ci si arriva seguendo una traccia abbastanza intuibile che parte da un ometto poco oltre le reti paramassi che si incontrano salendo verso Villanuova. Le vie scalabili, in attesa della fine lavori e dell’inaugurazione ufficiale, sono, da sinistra: 1) 6c+,  2) spigolo non provato, 3) diedro 6a, 4) muro (cordone al secondo spit) non provato (7a?) , 5)  7a di cui sopra, super,  6) 7a/b probabile, 7) 7b/b+ bellissimo (fessura poi muro ), 8) non provata NL, 9) 6b+ molto bello, 10) 6c+ molto bello.

Foto di Giacomino Balestra

A Villanuova è comparso un nuovo tiro sulla placca abbattuta a sinistra delle due vie di riscaldo classiche. Sembra facile, e consente anche un’uscita più agevole al 6b alla sua destra (aggiungeremo uno spit di collegamento). A sinistra di “Pane modestia e spazzolino” stiamo chiodando una nuova via, che per ora ha solo i primi tre spit ed è quindi non praticabile.

Restando a Villanuova vi segnaliamo la prima salita rotpunkt di “La sera leoni” in modalità “nature”, cioè evitando di usare la presa incollata sotto il tetto. Complimenti a Mattia e  ovviamente a Toni,  che ha chiodato e liberato lo scorso anno la  parte alta e più difficile del tiro. A Villanuova da sottolineare la salita “flash”  da parte di Enrico Polo di “Attimo sfuggente”, salita rtp anche da Lampros.

Mattia aveva liberato, qualche settimana prima, anche il primo tiro di livello 8 della falesia di Bordano, una lunga traiettoria interrotta da 3 tetti. Propone il grado 8a.

Comincia a collezionare 8a anche Osvaldo, che sale “Rue” in pochi tentativi a Madrabau mentre prepara il primo esame universitario, trovando il tempo per una capatina a Villaverdon e per scovare nuove falesie da chiodare, sulle quali vi terremo informati.

Erik sale rtp su “Rue”

A proposito di nuove pareti, sembra si stia muovendo qualcosa anche in quel di Raveo, nella parete sud del Monte Sorantri, che ha visto transitare la prima illustrissima cordata all’inizio degli anni ’80 e le prime vie per l’arrampicata sportiva qualche anno fa, ad opera di un manipolo di udinesi capitanati da  Gigi Zucchi e dall’instancabile Bunny.  Dedicheremo al più presto un articolo di Calcarea a questo luogo, alle vie presenti e  alle sue potenzialità.

Gjate in Sorantri

In Valle del Torre Giulio ci segnala  il grande lavoro di  sistemazione della base della falesia di Vigant, famosa per la eccezionale qualità della roccia. Alcuni climbers locali hanno ripulito a perfezione la fascia bassa della parete, migliorando il sentiero d’accesso. Le vie sono ora segnalate con delle originali placchette di alluminio con inciso nome e difficoltà.

Concludiamo con i complimenti a Lampros e a Stefano Verza che a Raveo Alta (Bonan)  hanno ripetuto il concatenamento chiamato “Logicamente” e a Davide che nel settore Tacs ha ripetuto “Tasso di qualità”. In questa falesia qualche irriducibile illuso sta ancora aspettando che i due guru  responsabili del danneggiamento della via “Tasso di interesse”, tornino (stavolta senza  senza crik)  a rendere praticabile la via. Campa cavallo…

 

Annunci

~ di calcarea su gennaio 24, 2019.

Una Risposta to “2019, l’anno delle nuove falesie?”

  1. Siamo stati in Caparezza e mi sembra che tra la 8 e la 9 ci sia un altro tiro sul 6b. abbiamo fatto sia la 7 sia la 8 con rispettivamente le proposte di 7a+ e 7b/b-. Per colmo weekend scorso sono stato a Vigant e mi complimento per la bellezza delle vie.
    Ciao e buona arrampicata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: