La falesia della Chiesetta di Villa Santina

Ci sono numerose novità che riguardano questa piccola falesia storica, una delle prime a nascere nella zona di Villa Santina alla fine degli anni ’80. Non è una coincidenza il fatto che uno scalatore non più giovanissimo si stia dando da fare per “ripopolare” questo posto, che molti ingiustamente  trascurano forse per le difficoltà sottostimate dei tiri o per la mancanza dei due estremi: molto facile o molto duro!

Si tratta, e qui un nientepopodimeno non lo possiamo risparmiare, di Gildo Zanderigo, mitico alpinista del Comelico, che vanta un curriculum di grande rispetto culminante con la prima salita “a vista” della “Via attraverso il Pesce” in Marmolada in cordata con Daniele De Candido. Gildo è anche un appassionato chiodatore di falesie della sua zona (Acquatona, Popera, ecc.)  e ultimamente si è dedicato alla ricerca di nuove vie alla “Chiesetta”, dove ha completato anche un prezioso lavoro di pulizia della base e del bosco .

Farsi due ore d’auto per venire a lavorare in Carnia, portandosi dietro il materiale e qualche acciacco, non è cosa che si veda così di frequente nell’ambiente dell’arrampicata sportiva, che se muove il culo è più spesso per piazzare performances individuali piuttosto che per fare un po’ di pulizia o preparare medie o basse difficoltà per tutti.

In attesa di uno schizzo con le novità e le difficoltà attualizzate, eccovi le indicazioni utili per poter provare le nuove vie. Da destra a sinistra: “Dolores”, partenza poco a sinistra di “Ladri di biciclette”, NL (almeno 7b+). “Tovarisc” 7a/+, a destra de “Il druido”. “Cannonau” 7a+: parte con il primo spit di “Kriptonite” e poi si stacca a sinistra. “Tris”  parte con  “Obelix” poi tira diritta (riconoscibile per rinvio fisso di catena): 7b.

Tutte le vie sono chiodate alla perfezione e bellissime. Grazie Gildo!!!!

Annunci

~ di calcarea su gennaio 31, 2018.

3 Risposte to “La falesia della Chiesetta di Villa Santina”

  1. Ieri abbiamo provato uno dei tiri nuovi, ma non abbiamo capito quale!
    Partiti sull’indicazione di Tris (scritta alla base), proseguendoi sulla linea logica ci siamo trovati tra l’uscita con catena fissa a sinistra (che leggendo qui dovrebbe appunto essere Tris) e Cannonau a destra, che si biforca da Kriptonite (adirittura freccia e scritta rosse all’altezza del bivio, impossibile sbagliare).
    Quindi in tutto ci sono 3 linee nuove nella parte finale, non due.
    Sarebbe auspicabile uno schizzo fatto bene, perchè in un metro di parete partono 7 linee di cui alcune sono varianti, più che vie (da sinistra: Obelix, Tris, Cannonau, Kriptonite, Druido, Tovarisc e quella che abbiamo fatto noi).

  2. Quella col fisso di catena è Tris, quella alla sua destra Cannonau. La prima è una variante alta di Obelix. Il casino nasce dalla presenza di una terza variante, ancora più a destra, che consiste in due spit, uno dei quali di 8 mm di diametro. Secondo me questi due andrebbero tolti, in modo da limitare i dubbi. Come dici, un aggiornamento dello schizzo sarebbe utile; anche delle difficoltà, che sono assolutamente anacronistiche. PS: Tris è a mio avviso una delle più belle varianti esistenti in zona.

  3. Fatta Dolores: grado 7b+ bisiaco di oggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: