“Cjanos” , una nuova vecchia via in Creta Grauzaria

Cjanos è l’epiteto con cui si definiva il gruppo (assai informale) di arrampicatori gemonesi, molto attivo tra gli anni ’80 e ’90 del secolo scorso. La via che proponiamo è stata aperta con chiodatura normale (ottima per qualità e per misurata distanza), partendo da una placca che avrebbe dato maggiori speranze a chi avesse attaccato munito di trapano e spit (all’epoca si erano già viste le prime avvisaglie di tale tecnica sulle montagne vicine).

Buoni amici mi informarono della bellezza di tale percorso, lamentando però la maldestra aggiunta di spit rok alle soste che tutto davano, esclusa la necessaria tranquillità durante la discesa in doppie.

 

E così, contattato Remigio per ottenere la relazione e il suo benestare in previsione di un restyling della sua bella via, abbiamo intrapreso la salita con tutti i congegni necessari. Alla fine della seconda stagione di manutenzione straordinaria possiamo finalmente annunciarne il completamento. In pratica le soste sono tutte ben attrezzate, quelle di calata con catene fisse (onde evitare i grovigli di cordini grigiastri), con l’aggiunta di qualche spit di protezione. Insomma questa via va ad aggiungersi alle altre due attrezzate dal basso con spit negli anni scorsi, rendendo questa parete ombrosa davvero interessante, specie in tempi di canicola come questi di fine giugno.

Data la conformazione delle fessurazioni questa via, rispetto alle altre, non soffre dei ristagni di umidità che rendono scivolosi gli appigli nelle giornate umide.

In bianco: Cjanos; in rosso: Flopland

Dove ci troviamo: gruppo Sernio-Grauzaria, basamento della parete nord della Cima Nord Est, denominata parete di Flopland (dal nome della prima via aperta a spit); in pratica siamo a breve distanza (15 minuti) dal Rifugio Grauzaria. Dal parcheggio di Nanghez, in Val Aupa, Comune di Moggio Udinese, si sale la mulattiera diretta al Rifugio; alla fine del bosco di faggi si sale a sinistra per una traccia segnalata che conduce al Bivacco Feruglio. Giunti vicino alle pareti nord salire per i tornanti a sinistra fino dove il sentiero spiana, qui si va destra sopra un grande blocco e all’intaglio tra questo e la parete (spit di sosta); ore1:15 dal parcheggio.

Un po’ di referenze: primi salitori (in ordine alfabetico) Sergio “Cece” Boezio, Dino Brollo, Valerio Fadi e Remigio Stefenatti, il 30 luglio 1989; seconda salita Corrado Spangaro, Roberto Vassena il 15 settembre 1990; ri-chiodatura Andrea e Mario Di Gallo, il 28 maggio 2017.

Note tecniche: la via ha uno sviluppo di 150 m, con difficoltà fino al 6a; utili corde da 60 m che agevolano il rientro in doppie; bastano 12 rinvii accompagnati da qualche cordino per le soste e qualche friend medio per integrare le protezioni. Le tre calate sono agevoli e avvengono da soste fisse. Altre informazioni sono demandate a foto e schizzo.

A. e M. Di Gallo

 

Annunci

~ di calcarea su giugno 26, 2017.

Una Risposta to ““Cjanos” , una nuova vecchia via in Creta Grauzaria”

  1. Oggi son stato con Gjate a ripetere Cjanos, via bella e impegnativa che, per le difficoltà che possono sembrare “contenute” e la riattrezzatura a spit, non va presa sottogamba. Utile quindi un certo qual piglio alpinistico. Grandi complimenti agli apritori e grazie alla famiglia Di Gallo per il restyling.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: