Virgus fugit

virgus-2

Ebbene sì. Quel che già da qualche settimana fa era  un sospetto sta trasformandosi in dura realtà. Neppure le catastrofi naturali, i tragicomici  editti di Donald Duck Trump o l’ esilarante  blog  di Renzi  possono distogliere il pensiero da Virgus, il caprone della Parete Rossa, che sembra ormai definitivamente disperso, se non del tutto sparito.

Fuggito da un allevamento di Somplago e troppo presto lasciato solo dalla sfortunata  compagna, Virgus aveva assunto con la custodia della falesia anche alcune connotazioni tipiche del climber, come l’abitudine di spargere d’intorno i propri escrementi, senza per fortuna decorarli  con la carta igienica. Sembra si stesse attrezzando per la martellatura degli appigli e una

Osservava con apparente disinteresse gli sforzi degli umani per avere la meglio su una striscia di roccia o un eccesso di autostima. Non sapremo mai cosa veramente pensasse del nostro teatrino e delle sue marionette.  La pungente traspirazione, le tipiche cacchette e la crescente impertinenza  che lo aveva spinto fino  alla copula con il sacco-corda di un tutore dell’ordine, non  scalfiranno però  il suo ricordo.

La Parete Rossa è ancora più sola. Ai piedi del suo conglomerato variopinto, caro anche a Pareti,  vi potreste sentire indifferentemente come davanti al vostro destino sul bordo dell’abisso,  o seduti in bagno  con la rivista preferita tra le mani.

Viva Virgus!

virgus-1

 

~ di calcarea su febbraio 2, 2017.

2 Risposte to “Virgus fugit”

  1. fantastico

  2. Mandi Doc!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: