Una pedalata al “Ricovero Franz” da Stazione per la Carnia

franz

Ci sono alcuni buoni motivi per consigliare una gita al Rifugio Franz  agli appassionati di mountain bike della zona. Per il fatto di svolgersi prevalentemente in un fitto bosco di faggi, è adatta anche al periodo estivo; non ha pendenze terribili e le brevi sezioni ripide sono cementate. Pur non essendo panoramica, almeno fino a Tugliezzo si snoda in una gola suggestiva con bella visuale sul Tagliamento e la porta di ingresso della Carnia.

Quello che non ricordavo, e che nelle due ultime occasioni mi ha sempre più convinto, è che propone anche una bella discesa su sentiero, varia e tecnica. Con qualche piccolo lavoro di ripulitura da sassi e rami secchi e due seghettate a schianti di piccolo spessore, può addirittura migliorare.

Chi  ha voglia e gambe, dal grazioso ricovero può proseguire spingendo la bici in direzione della vetta del Plauris, meritandosi ancora almeno 2-300 metri di single trek veramente divertente.

La descrizione è semplice: si parcheggia in Stazione per la Carnia e si sale dietro la caserma degli alpini su  strada asfaltata fino alle case di Tugliezzo, dove dopo uno slargo erboso, sulla destra parte la pista forestale.

Nel corso degli anni la pista è stata interessata dalla realizzazione di alcune bretelle collaterali, per cui troverete dei bivii. Chi non avesse una cartina o un aiuto satellitare, basta che segua la traccia più evidente, che ha un fondo non sempre scorrevole ma comunque pedalabile. L’unico bivio che può indurvi in errore è il primo, dopo il tratto ripido iniziale: qui si tiene la destra.

Al Rifugio, come già detto, potete continuare portando a mano, abbastanza faticosamente, la bici su sentiero piuttosto ripido,  ma  non difficile in discesa. Dallo spiazzo appena a valle del Franz, si imbocca  il sentiero di rientro, segnalato CAI n.701. Dopo una bella sezione a tornanti facili, si costeggia un rio e qui la guida diventa più esigente. Si attraversa la pista in due occasioni e si scende per brevi tratti, non obbligatoriamente. L’ultimo canale a tornanti è molto bello e mediamente ripido  e conduce sulla pista nei pressi di uno slargo erboso con stavolo. Si segue la pista fino al  primo bivio incontrato in salita.

Qui si può proseguire sulla pista o tirare diritto affrontando l’ultima bretella del sentiero CAI, che sbocca sull’asfalto un po’ a valle di Tugliezzo. Dislivello 750 metri fino al Ricovero. Se avete tempo  spostate qualche sasso in discesa e chi ne ha voglia  porti un seghetto a serramanico per i due schianti.

~ di calcarea su agosto 29, 2016.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: