Anello degli Stavoli Nolia

nolia 3

Gran bel giro nei dintorni di Ampezzo e Mediis, con una  discesa decisamente interessante. Il sentiero che dagli Stavoli Nolia in Pani porta fino a Feltrone mi è stato segnalato dal formadear che ha il banco al mercato del lunedì a Tolmezzo. I bikers che proveranno questa discesa non mancheranno di fargli visita!

Conviene parcheggiare a Mediis e da lì ad Ampezzo ci si scalda per bene, visto che la salita fino alla Forca di Pani attraverso il bel borgo di Voltois non è una sgambatina da niente. Dalla Forca si scende su asfalto per poco più di un chilometro, fino ad un bivio già descritto in un post di Calcarea, dove inizia il sentiero CAI 235.

Qui conviene girare decisamente a destra in salita e ancora su asfalto raggiungere gli Stavoli Nolia. Oggi la strada era in parte ghiacciata, così ho seguito le indicazioni del formaggiaio ( e norcino) scendendo brevemente lungo il sentiero 235 (cancelletto all’ingresso). Giunto in prossimità di un masso, ho seguito sulla destra con bici a spinta i segnavia bianco celesti: cinque minuti di fatica poi in falsopiano si arriva comunque allo stavolo.

nolia 1

Il sentiero che vi consiglio costeggia a destra la recinzione e scende evidentissimo nel prato sottostante di lescje. Vi anticipo subito che si tratta di una bella discesa, facile nella prima parte e poi progressivamente più impegnativa, ma di sicuro consigliabile. L’unico vero inconveniente, rimediabile, è che nella parte alta in due o tre frangenti si può perdere la traccia. I segnavia bianco celesti sono molto distanti (a volte si notano tracce di vernice rossa), ma nonostante le foglie i segni del passaggio, evidentemente con delle moto, aiutano parecchio. Del resto, se non mi sono perso io, imbranato come sono in quanto a  orientamento…

Nella parte più bassa la traccia è ben evidente e cominciano anche le difficoltà tecniche, mai estreme. Qualche tornante e qualche scalino, ma non esposto o veramente pericoloso anche in caso di caduta. Giunti a un bivio con tabelle io ho tenuto la sinistra e son sbucato infine a Feltrone proprio sulla cementata dove incrocia anche il sentiero CAI.

Qui si gira a destra e si segue per un po’ la strada bianca, per imboccare la discesa del percorso di gara di Mediis (tabella), sempre emozionante. Chi volesse variare un po’ la gita può salire in Pani da Colza, Tartinis e Casolare Astona. Una volta scesi a Feltrone, è molto consigliabile il bel single trak che porta a Fresis attraversando il Rio Filuvigna.

nolia 2

Annunci

~ di calcarea su dicembre 24, 2015.

3 Risposte to “Anello degli Stavoli Nolia”

  1. …non só cosa ho fatto, ma non ho trovato schianti né sono arrivato sul CAI 235. Dallo stavolo Nolia sono sceso sempre tenendo la destra nel bosco di faggio, arrivato a bivio con tabella “6 Nolia” sono andato a sx (a dx indicazione per Voltois). Breve traverso e risalita a spinta a bivio successivo dove ho preso in discesa a dx (a sx scende altro sentiero da Nolia). Poi sentiero che scende dolcemente, sempre facile e ben marcato. Sono arrivato sulla sterrata che da Feltrone vá verso Voltois ma MOLTO piú in su. Bella discesa, non impegnativa e abbastanza scorrevole. Direi che la zona merita qualche ravano, è piena di sentieri. Mandi

  2. Come dicevo nel post, il mio senso e fiuto per l’orientamento lasciano molto a desiderare. Non ho trovato tabelle e dallo stavolo ho tenuto piuttosto la sinistra. Come mi diceva il formaggiaio, c’è effettivamente un bivio e andando a destra dovresti arrivare a Voltois (vedi Tabacco). Io sono evidentemente sceso sul ramo sinistro verso Feltrone. Se avessimo un gps sarebbe interessante confrontare le tracce, ma che avventura sarebbe??? Battute a parte, ho poi cercato di raggiungere Voltois da Feltrone, ma mi sono arenato in un rio dove il sentiero sparisce e c’è un ponte sospeso per la condotta idrica. Tu sai se si passi in qualche modo?

    • Praticamente il sentiero che hai fatto tu corre più alto, quello che ho fatto io più basso. Quello basso sembra più battuto e tabellato. Forse è anche più corto. Ma dovrebbe esserci addirittura un terzo che corre prima in mezzo e poi si collega a quello basso. Insomma…un bel casino! La traccia comunque l’ho registrata. Dal tubo-ponte c’è una traccia disagevole e non ciclabile che va dall’altra parte, poi tratto di mulattiera sul quale arriva il sentiero che scende da Nolia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: