Nuove chiodature estate 2015

IMG_1491

E’ da un po’ di tempo che non ci occupiamo delle novità che più interessano agli scalatori e allora il materiale da proporvi è diventato un bel malloppo di nuove vie chiodate durante l’estate e il suo prolungamento autunnale.
Volendo elencarvele da nord a sud  partiamo dal confine e quindi dalla zona di Monte Croce, dove sta delineandosi la realtà di una nuova falesia, che  per la verità ha accolto i primi spit negli anni ’90, indovinate ad opera di chi?
Nella evidente placconata nera posta poco a ovest del settore “Anno Schnee” il forte e simpatico alpinista austriaco Reihnard Ranner ha attrezzato negli ultimi anni sei lunghe vie, che cresceranno presto di numero. Di recente ne ha pubblicato foto e notizie su Facebook, così l’abbiamo interpellato e  siamo poi andati a scalarle. Da destra a sinistra trovate:

  1. 6b+, spigolo molto bello, 20 mt
  2. 7a, muro verticale di dita con passo di aggiramento (diritto molto più duro)
  3. 6a lungo, inquietante ma interessante diedro fessurato di 30 mt,  con variante destra a metà leggermente più difficile
  4. 6b? corre appena a sinistra del diedro, ancora da ripulire
  5. 6a+ magnifica placca di 30 mt
  6. 6a+ (non l’abbiamo provata, sembra bella)
  7. progetto in via di chiodatura (corda rossa rinviata).

IMG_1503

Si accede al settore continuando per traccia di sentiero e poi per ghiaione oltre il settore “Anno Schnee”. Oltre la placca nera, proseguendo in salita  su prato e ghiaie, ci si imbatte in  una parete gialla dove Hannes Bieler, una guida di Kotschach,  ha chiodato già due vie e mezza. A occhio le due vie scalabili non dovrebbero superare il grado 6.  Quella in cantiere ha una corda rossa rinviata. Ricordiamo a chi volesse andare a esplorare questi nuovi settori che ci si può arrivare anche traversando verso destra in corrispondenza dell’ampio tornante erboso del sentiero che va verso il Marinelli.

IMG_1483

In Avostanis, come già anticipato, sono state chiodate negli ultimi mesi una manciata di nuove vie. Per non ripeterci, vi segnalo solo le novità degli ultimi dieci giorni. L’allungamento di “Forellen”, provato e ripulito, potrebbe essere un 7b/b+. La via a destra, che parte con il primo spit di “Kodachrome” e si chiama “Polmoscian”, ha una prima sezione di 6c+ per chi volesse fermarsi alla sosta di “Forellen”. Il tiro completo, che consiglio senz’altro ai top climbers che frequentano questa falesia (sempre troppo pochi, secondo me…), credo sia di livello 8. Chiodata anche una nuova via difficile  a destra di “Saratoga” e un’altra a sinistra di “Totanbot” (per ora andate alla catena di quest’ultima, il prossimo anno la allungheremo).

IMG_1509

Nella Falesia del “Puinton” tra Ampezzo e Sauris durante l’estate sono stati liberati quasi tutti gli allungamenti delle vie. Così da destra a sinistra troverete un  7c/c+, che si stacca dal lungo traverso in corrispondenza del cordone marrone (prima rotpunkt di Ach); appena a sinistra  un 7c+/8a , quindi un progetto e infine il secondo tiro di “Zandeca”, 7c+, questi ultimi liberati da Mattia. Per provare i primi due allunghi è consigliabile partire su “Licenza matrimoniale”.   Due tiri nuovissimi sono stati chiodati di fronte alla ringhiera metallica: quello di destra, chiodato dal basso, è un 6c, liberato da Giulio;  il secondo deve ancora essere provato e sarà attorno al 7b+. Ricordiamo che nel periodo invernale la parete va in ombra  attorno alle 13.

DSC_0787

Alcune novità anche a Raveo classica, dove ci sono due nuovi tiri a destra del magnifico 6b+ centrale. Il primo ha una partenza difficile e mi dicono essere attorno al 7a. Alla sua destra un secondo, non imperdibile, di circa 6b. Proseguendo verso destra, dopo un vecchio e bellissimo 6a+, c’è una via nuova che deve essere ancora ripulita (per questo motivo manca il primo spit…).

Tra settembre e ottobre è nata una nuova falesia sulle pendici meridionali del Monte San Simeone (Bordano).  La parete è stata avvistata e perlustrata da Giulio, che ha subito creduto nelle potenzialità del posto, chiodandoci a velocità supersonica una ventina di vie in compagnia di Pierpaolo. Molti tiri sono stati già liberati dai chiodatori, ma attendiamo il loro permesso  per darvi ulteriori informazioni, che potete comunque chiedere agli stessi. La roccia è bella e la scalata varia, con alternanza di sezioni atletiche e passaggi più tecnici. Le difficoltà non saranno comunque inferiori al 6b e l’orientamento è a sud.

yomba1

Un’ultima annotazione riguarda il settore “Vedrans” in Val di Collina, eccezionalmente ancora aperto  al pubblico a metà novembre, giusto in tempo per salutare  la prima rotpunkt della via più difficile finora liberata, un sicuro 8a (forse anche +) dal sibillino nome di “Yomba”. Nella foto qui sopra potete ammirare i piedi del primo salitore. Ad onor di sponsor: scarpe Fiveten, lacci Sanmarco, cerotto Farmacia Chiussi, pantaloni Montura, gambe e mani  Mattia.

Le vie del settore a destra del diedro sono a questo punto, da destra a sinistra: “Vagina pectoris” 7a+;  progetto (7c+?); “Yomba” 8a/a+; progetto.

 

Annunci

~ di calcarea su novembre 15, 2015.

2 Risposte to “Nuove chiodature estate 2015”

  1. Considerato il titolo, mi permetto di aggiungere alle numerose novità elencate da Calcarea quelle della falesia di Planecis, dove, nel settore alto, che si raggiunge in 3 minuti deviando nella valletta a destra prima di raggiungere il settore principale (quello presente nelle guide) Filippo ha chiodato diversi bei tiri (una decina) su bel calcare bianco-grigio solidissimo con difficoltà dal 5b in su (è gradito un suo intervento in merito a nomi e diff.); altri 3 tiri sono stati chiodati dal sottoscritto più in alto: da sinistra, Shpalmer 6b+ 28 mt, Forata alle erbe nl 25 mt., Falcettolaqualunque 6b+ 1^ catena, nl fino in cima. Altri due tiri (chiodati ormai molti anni fa) da liberare si raggiungono dopo il primo strapiombino di Falcetto, sulla destra. Gli attacchi delle prime 2 vie si raggiungono seguendo la fissa che ho messo recentemente; sole solo al mattino fino alle 11 in questa stagione; neve permettendo si scala da marzo a novembre, la roccia asciuga molto rapidamente.

  2. Grazie Luciano!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: