Falesia di Aurisina

IMG_0659

Siamo finalmente riusciti a fare una capatina nella nuova falesia di Aurisina, della quale ho sentito parlare sempre più spesso durante l’inverno, nonostante sia ancora una specie di “work in progress” quasi segreto. Emiliano Zorzi, uno dei chiodatori, mi ha autorizzato a parlarne e io lo faccio ben volentieri, nonostante la stagione estiva non sia la più adatta alla frequentazione di questa magnifica barra rocciosa.

Sia io che la grande Guida siamo stati  molto colpiti dai lavori fatti da chi sta curando questo progetto. Non solo sulla parete, chiodata a regola d’arte in quasi tutte le circostanze, salvo qualche venialissima concessione all’abbondanza, notoriamente la più gradita dai climbers! Ma anche il sentiero e la base delle pareti sono molto ben curati, senza gli eccessi devastatori che a volte colpiscono gli attrezzatori.

IMG_0648

Il posto è splendido, nella zona della falesia della Strada Costiera, ma  è più panoramico di quest’ultima. Lo stile della scalata è quello tipico dei muri grigi o bianchi di questa zona, tecnico e di dita. Ci sono per ora una ventina di vie, con difficoltà dal 5c al 7b, di lunghezza al massimo di 20 metri. Il sole arriva dopo le 12 nel primo settore che trovate arrivando, molto prima nel secondo. Potete trovare la descrizione dell’accesso   sul sito del CAI di Monfalcone (http://www.caimonfalcone.org//uploads/Roccia/Aurisina1.pdf). Su quest’altro link uno schizzo della parete con le difficoltà (http://www.caimonfalcone.org//uploads/Roccia/FalesiaAurisina.pdf)

Tutte le vie che abbiamo provato ci son parse bellissime, ma vi segnaliamo senz’altro Dolmen, 6a, Kalakili, 6b+ e  Custozzer, 6c. Bellissimi anche i due 6c su cui ho preso altrettante bastonate, Acqua tonica e Mens Sana, quest’ultima recante le tracce di una vecchia chiodatura a spit roc (di chi?). Grazie ai chiodatori Emiliano e Ciano e a tutti gli altri che non conosco. Ottimo lavoro ragazzi!

IMG_3455

Annunci

~ di calcarea su giugno 2, 2015.

5 Risposte to “Falesia di Aurisina”

  1. Bisognerebbe dire a quelli che vogliono venire che la parete non e’ molto alta e prima di fare 100 km per venire a arrampicarci io farei un pensierino…

  2. Falesia morfologica?

  3. Una nota storica: i primi spit-roc erano stati piantati nel 1985 da Arci e poi da Paolo Iesu, Pezzolato ecc… Le prime vie sono nate in contemporanea con la falesia della Strada Costiera e la parete era apparsa in uno dei primi numeri di Alp in quanto una delle prime “sportive” in zona Trieste. Date le ben più notevoli potenzialità di Strada Costiera e poi di Prosecco (come dice Matteo le vie non sono molto lunghe), è caduta nel dimenticatoio e si è “infrascata”.
    Comunque una giornata la si riesce a trascorrere in tranquillità (al momento ci sono 25 vie).
    Un grazie e un saluto a calcarea

  4. Un saluto ai frequentatori della falesia e un ringraziamento per l’articolo a calcarea. Sono stati mesi piacevoli quelli passati per attrezzare la falesia. …ah, cercate di tenerla pulita !

  5. Visitata stasera, ho percorso quattro vie, le più facili sulle quali sono già in difficoltà :(((, molto gradevoli e valida opportunità per chi è in zona. Un ringraziamento ai tracciatori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: