Discesa dal Passo della Forcella ad Ovasta

gaete 1

Non so se questo percorso di discesa sia  più o meno conosciuto dagli amici mtbikers. Io comunque non ne avevo mai sentito parlare e domenica sono andato a dare un’occhiata. Si trattava di affrontare la temutissima  Stentaria per poi scendere nel paese di Ovasta. Questa salita  è una vecchia conoscenza, niente di meglio per smaltire i  “tais” del Tripoli e le grigliate ferragostane.

Parcheggiata l’auto in località Aplis, nei pressi del complesso turistico, ho iniziato a salire in direzione di Mione, (2,5 km). Arrivato in paese, la strada entra nel bosco e dopo un centinaio di metri ho trovato il cartello stradale che indica la pendenza, 28%  : è iniziata La Stentaria!

gaete 2

La strada è in perfette condizioni, pulita e con asfalto nuovo, le gambe girano bene, a me non sembra poi così dura.  Al km 5,6, un’altro cartello con l’indicazione 28%; da qui in poi la musica cambia, si inizia a faticare e sudare, il pensiero ricorrente è: “speriamo che la “dritta” sulla discesa suggerita dal mio amico Toio sia buona”. Perché lui  i sentieri li percorre in sella ad un Husqvarna 610 ed io spesso, seguendo i suoi consigli, mi ritrovo a percorrerli  imprecando e mandandogli maledizioni.

gaete 5

Arrivo al bivio, (cartello in legno, vedi foto) in prossimità di un tornante 100mt dopo la fine dell’asfalto e inizia la strada cementata, ho percorso 8,6 km… Cosa faccio? Non posso lasciare La Stentarie incompleta, manca il tratto più bello, gli ultimi 950 mt.di strada perfettamente cementata (vedi foto) con un dislivello di 206 mt. per arrivare al Passo della Forcella. Risalgo in sella e vado! Fatta quest’ultima sgambata, torno giù al bivio, e finalmente inizia la scoperta di questo sentiero.

gaete 3

Si inizia con una breve discesa, poi  un lungo traverso pianeggiante compie un ampio semicerchio. Dopo circa un km si scende un po’ sulla dx, si attraversa un breve tratto di prato con ortiche e lavaz (100 mt.), svoltando leggermente verso sinistra. Qui il sentiero è poco visibile ma si intuisce bene la direzione da prendere. Ripreso il sentiero  non si può più sbagliare direzione, non ci sono altri incroci con sentieri. L’inizio è entusiasmante, dopo circa un km troviamo un solco scavato dall’acqua (60 mt. circa); questo è l’unico tratto dove probabilmente tutti sono obbligati a scendere dalla bici.  Per il resto, la discesa  fa una lunghissima picchiata  senza tornanti in un sottobosco di abeti  dentro un “menador” con qualche tratto di “pedrade” che,  bagnata, mi ha obbligato a scendere  per un centinaio di metri circa.

gaete 4

Quando si trova la pista forestale (vedi foto) tenere la dx e riprendere il sentiero. Poco più a valle  si incrocia di nuovo la pista forestale, la si attraversa e giù ancora per sentiero; in breve si arriva a Ovasta. Tutta la discesa è pulita, non ci sono rami o tronchi sul percorso a impedire una veloce picchiata. Con la mia front, ho percorso in sella il 90% della discesa (bagnatissima);  credo che con una bici da enduro sia percorribile tutta ”a manetta”: é puro divertimento!

gaete 6

In buona sostanza, per tutti gli amici mtbikers che arrivano in Forcje, da altre direzioni ( C.ra Losa-C.ra Valuta) questa, oltre al sent.235 del Rifugio Pilagn, che scende a Pieria, é un ottima alternativa di discesa, piuttosto che rimanere aggrappati ai freni per 9,5 km di asfalto  e scendere per La Stentaria

Ps.: conosco bene anche la salita del Zoncolan, fatta diverse volte con la bici da strada, ma non credo che La Stentaria abbia nulla da invidiare al “mitico Zoncolan” : 9,5 km , 1296 metri di dislivello! Da provare!

Gaetano

gaete 7

Annunci

~ di calcarea su agosto 20, 2014.

2 Risposte to “Discesa dal Passo della Forcella ad Ovasta”

  1. Personalmente ho trovato la stentaria ancor più dura dello zoncolan,dove gli ultimi km ti consentono di tirare il fiato.Qui la parte più dura inizia ai meno 3 dal passo,quando le gambe cominciano ad esser stanche.
    Con la bici da strada credo ci vogliano rapporti da mtb e una signora gamba.

  2. La Stentaria di una volta non esiste più…;)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: