Luglio 2014

polacchi 2

Nonostante le avverse condizioni meteo, ci sono una manciata di news che sgomitano nel “rilassato” minimondo dell’arrampicata dell’alto Friuli. Tra le salite rotpunkt nella conca tolmezzina, spiccano nei piani alti la ripetizione di “Niente e così sia” da parte di Fabio e quella di “Falcon” ad opera di Davide. Quest’ultima, nella sempre frequentata palestra storica di Illegio, mi dà l’occasione  per informare i climbers di una nuova  chiodatura, proprio  a sinistra di Falcon. Si  parte con i primi 3 spit dell'”Obliqua” e poi si tira diritto. Attrezzata da Gino, che l’ha poi “liberata”, dovrebbe avere una difficoltà attorno al 7b+/c. Anche Giulio, ormai posseduto dal demone della chiodatura, ha deciso di dare un contributo concreto al menù delle vie di Illegio, attrezzandone una  a sinistra di “Tuono Blu” . Difficoltà attorno al 6c+.

Più a nord, segnalo con piacere  il ritorno di Mattia agli antichi splendori. Nonostante lo scarso allenamento, il nostro ha realizzato la prima salita di un difficile  tiro (“Fiori di Brahms”,  7c+)  nella nuova falesia dei Vedràns  di Val di Collina, dove tempo permettendo dovrebbero nascere nelle prossime settimane anche delle linee ancor più impegnative.

Nella Scogliera del Pal Piccolo ho notizia della ripetizione di “Spitemo su tuto, D.c.” da parte di Federico.

IMG_0007

Nel comprensorio di Somplago, cade anche l’ultimo baluardo della nuova Parete Blu o Chiquita. Nonostante la strenua resistenza di Virgus, il caprone, Ach il cugne ha firmato  la prima salita rotpunkt di “Antilocapra”, un 7c al quale è stata in seguito raddrizzata l’uscita. Se invece di uscire a destra andate alla catena del primo tiro ( “Bunny”), la difficoltà cresce di mezzo grado.

Una nuova chiodatura  anche in  Chiesetta, dove Stefano ha omaggiato il grande Asterix con una variante al suo tiro “King for a Day”. Si riconosce per i fix che tirano diritto verso la fine della via (l’originale continua verso sinistra su resinati). Ovviamente la variante si chiama “Queen for a night”, ha difficoltà attorno al 7c ed è stata salita “a vista” dal Chen.

lavareit griffon 26

In Chiesetta vi segnalo le prestazioni di Stefano, sempre lui!, su “The Hopfull (P.Z.)” e di Mariangela du “Viola”. Degna di nota anche la salita “on sight” di “Zanardi” ad opera di Seba. Ma il protagonista assoluto del periodo è stato ancora lui, il Polacco! Tornato in zona per le solite ferie  con l’inseparabile camper e la splendida famiglia (Dominika, Maria e il can), Sebastin ha salito in breve tempo tutte, o quasi, le vie dure chiodate nell’ultimo anno da Gino. Senza sgradarle, provocare, rompere appigli o svendere  modestia sospetta. A dimostrazione che quattro pur sgradevoli segni di magnesio distribuiti sugli  appigli sono assolutamente un male minore, compensato ampiamente da semplicità e simpatia.

lavareit griffon 25

Annunci

~ di calcarea su agosto 13, 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: