Giro di Patòc

patoc 004

Devo ringraziare Mario che mi ha consigliato di pubblicare un post con questa gita. Non fosse stato per questo suggerimento, da parte tra l’altro di un biker molto occasionale, forse non mi sarei mai ricordato di aver fatto a piedi questo magnifico sentiero, che credo sia abbastanza trafficato anche dalle mtb e merita ancor più visibilità.

Chissà, forse sarà stato per il dislivello poco eroico, oppure per  il ricordo di una lunga parte con roccette e selciato, percorsa a piedi in direzione del Cuel de la Bareta quando le capacità ciclistiche erano molto scarse: sta di fatto che, pur avendone tante volte sentito parlare, non avevo mai considerato questa discesa verso la frazione di Raccolana  lungo il sentiero CAI 620, dall’incantevole paesino di Patòc, una vera chicca del restauro oculato di abitazioni di montagna.

patoc 005

Per la verità la questione del dislivello rimaneva un po’ indigesta, così appena prima di Patòc, nascosta la bici dietro il guard rail, ho deciso di “integrare” con  una camminata fino alla cima del Monte Jama (CAI 644), pensando comunque a una possibile discesa in bici da questo cimotto a Raccolana, ipotesi peregrina ma non del tutto accantonata.

Un bel sentiero, comunque, che consiglio agli escursionisti nonostante la cima non sia panoramica, se non si considera “panorama” un enorme croce con annessa immancabile lapide commemorativa, tanto per tenere lo spirito allegro. Chissà se tutti i poveri cristi cui è stata dedicata una lapide su strade e sentieri gradiscano, oppure  potendo…

patoc 002

Risalito in bici, dopo circa 6 km di salita da Chiusaforte, ho attraversato le invidiabili case di Patòc per fiondarmi in discesa lungo il sentiero, ottimamente mantenuto. La prima parte della discesa è veloce e facile. Man mano che si scende il fondo diventa sempre più irregolare e scalinato, con alcuni tratti dove è possibile dover scendere per le asperità. Nonostante ciò e a dispetto di alcune risalite non brevissime, in complesso si tratta di una bellissima discesa in ambiente suggestivo, con alcuni scorci sul torrente e la forra per i quali non è facile trovare un aggettivo azzeccato.

patoc 007

Si sbuca a Raccolana un po’ centrifugati, ma felici e impazienti di fare un salto al Bar della Ferrovia di Chiusaforte, come consigliato dall’amico alpinista. E qui la sorpresa di un bell’ ambiente con tantissimi ciclisti in transito e sosta  lungo la ciclovia, si somma a quella di fare la conoscenza  di Fabio Paolini, autore di pubblicazioni divulgative dei sentieri della zona come ad esempio “Trois”, che ho già citato in altre occasioni.

patoc 009

Dettagli: sviluppo in bici una quindicina di km., dislivello 400 mt. (altri 400 mt a piedi per la cima del Monte Jama). Ciclabilità in discesa quasi totale.

patoc 008

Annunci

~ di calcarea su agosto 7, 2014.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: