Tacca del Sasso Nero

tacca del sasso nero 2014 011

Una delle più belle gite dell’anno salta fuori come ripiego, quando giunti nei pressi di Casera Bordaglia di Sotto ci rendiamo conto che la neve è ancora molto dura e tira un pungente borino. Niente Biegenkopfe, quindi: la salute innanzitutto. La Guida e il Fotografo suggeriscono l’alternativa: Tacca del Sasso Nero.

tacca del sasso nero 2014 005

Tiro un sospirone di sollievo che dura precisamente fino all’arrivo in forcella, dove mi si svela  la destinazione del cimento odierno: sticazzi! Il pendio sembra fantastico, ma per raggiungerlo il terreno si impenna non poco, insinuando le lingue di neve tra roccette affioranti. Son già tutti che si dan da fare con ramponi e picozza, non posso di sicuro tirarmi indietro, anche perchè tira un ventaccio dispettoso e  starmene qui solo soletto sembra un’alternativa ancor peggiore.

tacca del sasso nero 2014 3

Riposto il coniglio nel cilindro, salgo senza grossi problemi, meditando molto sulla discesa che ci aspetta. Pobèn, alla più sporca rifarò il tratto ripido con i ramponi anche in discesa! Il pendio fino alla Tacca è uno spettacolo: la neve sta mollando. Sul cimotto dove arriviamo si sta benissimo, è calato anche il vento. E il panorama è di una bellezza indescrivibile. Non ci provo neppure: guardate le foto.

tacca del sasso nero 2014 016

Discesa del pendio sommitale su firn perfetto. Togliamo gli sci per raggiungere il canalino ripido. Scendo per penultimo, derapata con un po’ di Singer nelle gambe e una mano che sfiora il pendio, per tenerlo buono. Poi sciatona su neve che non molla granchè. Qualche equilibrismo in basso, poi sci in spalla per un quarto d’ora, felici e contenti.

tacca del sasso nero 2014 022

Descrizione: dal Pian di Guerra (Goccia di Carnia) lungo la sterrata in direzione Bordaglia. Chi ha un perpesso e una pompa del gasolio funzionante può risparmiare quasi 200 metri di dislivello, se passa indenne il primo guado, nei pressi della Cava.  Prima di giungere in Casera Bordaglia di Sotto, si gira a destra  in direzione delle Casere Ombladeit (sentiero estivo CAI 141) fino alla forcella. Da qui percorso evidente.

tacca del sasso nero 2014 021

Dettagli: dislivello dall’asfalto 1350 mt circa, orientamento prima ovest, poi sud (pendio finale). Difficoltà OSA. Pericolo 1 come da bollettino.

tacca del sasso nero 2014 2

Advertisements

~ di calcarea su maggio 4, 2014.

Una Risposta to “Tacca del Sasso Nero”

  1. Bel colpo, bravo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: