Traversata del Monte Mia

monte mia 006

A distanza di  un anno  ho finalmente deciso di tradurre in pedalate la contemplazione della bellissima guida slovena dedicata alla Mountainbike nel territorio della Valle dell’Isonzo. Ho scelto, per cominciare, un itinerario non troppo impegnativo in salita, viste  le temperature di questi giorni.

La regola che le infatuazioni spesso tradiscano  le aspettative si è confermata, almeno in parte. La Guida, ve lo confermo, è molto bella da leggere e contiene numerose  informazioni non ciclistiche utili. Ma la descrizione del tracciato nei suoi punti nevralgici e le cartine lasciano un po’ a desiderare. Se avessi avuto con me anche la cartina Tabacco n. 42 mi sarei risparmiato una divagazione di 200 metri di dislivello in salita non proprio gradita.

monte mia 012

In ogni caso, l’anello è interessante ma  non vale il punteggio di 4 stelle attribuitogli dalla Guida. La discesa è bella e non proibitiva per 2/3, ma diventa una vera tortura nella parte finale, dove il fondo è un faticoso lastricato che immagino abbia strappato più maledizioni delle mie solo ai poveri cristi che lo anno realizzato, sicuramente per non più di quattro denari. Si rimane in sella abbastanza facilmente, ma si torna a Stupizza ben ben centrifugati e con le dita deformate ad artiglio.

monte mia 009

Descrizione: parcheggiata l’auto a Stupizza, ultimo borgo prima del confine italo-sloveno, si pedala in direzione di Caporetto. Dopo circa 6 km si gira a sinistra su strada bianca e la si segue per altri 4-5 km fino al campeggio di  Podbela. La strada, a parte una breve risalita non ciclabile che assomiglia più a un sentiero, è piacevolmente pedalabile e corre lungo il fiume Natisone. Seguite i cartelli azzurri che indicano il percorso ciclabile  e non sbaglierete.

monte mia 005

Superato il Camping si gira a sinistra su asfalto e si attraversa il ponte sul Natisone. La strada comincia a salire prima a strappi e poi con costanza. Merita più di uno sguardo fugace il ponte napoleonico sul Natisone, sulla destra. Dopo circa 2,5 Km di asfalto si gira a sinistra su ampia pista forestale che sale con lunghi diagonali poco pendenti nel bosco. Dopo circa 9 Km di salita, in un tornante che gira verso sinistra, seguire a destra una diramazione in falsopiano con qualche segno di vernice fucsia.

La strada si impenna per un breve tratto, poi inizia a scendere. Seguitela  interamente oppure tagliate, sulla sinistra in discesa, per una  scorciatoia su sentiero contrassegnata dai segnavia CAI bianco-rossi, un po’ sbiaditi. In entrambi i casi in breve si arriva alla Casera Monte Mia, bel ricovero ben ristrutturato (acqua all’interno).

monte mia 007

Qui inizia la discesa, che nella prima parte è veramente entusiasmante. Mai proibitiva e mai banale, ha almeno due o tre tornanti stretti e scalinati impegnativi. Man mano che si scende si comincia ad incontrare il fatidico selciato, che dopo la confluenza con la mulattiera diventa un’inesorabile prova di resistenza e pazienza. Le ultime centinaia di metri tornano ad essere regolari; si attraversa un ponte sul Natisone e in breve si arriva a Stupizza, dove una provvidenziale fontana dà immediato sollievo.

Dettagli: sviluppo 27 Km, dislivello totale in salita 900 metri circa, ciclabilità 95%, asfalto35%.

monte mia 008

Annunci

~ di calcarea su giugno 22, 2013.

7 Risposte to “Traversata del Monte Mia”

  1. Il libro è molto bello, purtroppo però sono state lasciate fuori volutamente le discese più belle della zona.
    Dopo aver seguito alcuni dei tracciati consigliati ho lasciato perdere ed ho iniziato a seguire altri “suggerimenti”.
    Devo dire che in ogni caso l’autore ha fatto bene a fare questa scelta, e l’esempio da predere è il sentierino che scendeva dalla Cappella Bes fino a Dreznica, diventato praticamente un’autostrada ormai. Quando ci sono stato io ho incontrato una comitiva di una 30ina di biker tedeschi… 😉

    • Gli inconvenienti della divulgazione in effetti possono essere anche seri.
      Per fortuna in Carnia, come molte altri fenomeni (anche positivi, ahimè) arrivano ben diluiti. Ne so qualcosa riguardo alle pareti di arrampicata, che da noi sono ancora poco affollate. Però il terreno del bosco è più vulnerabile di una placconata calcarea. Me ne sono reso conto passando per la discesa del Monte Cumieli, a Gemona, il pomeriggio dopo una gara di mtb, dopo un periodo di piogge intense: da mettersi a piangere! Un bel giorno credo che dovrò riflettere un po’ sull’utilità di pubblicare, a volte per pura vanità, i giri di mtb; piuttosto che diffonderli brevi manu agli amici. Per adesso andiamo avanti così…ciao e grazie per il tuo contributo! PS: mi sbaglio o anche tu tieni un blog di mtb?

      • Non ti sbagli, avevo iniziato a descrivere su un blog i miei giri più belli, poi negli ultimi mesi, un po’ per scarsità di tempo, un po’ per pigrizia, l’ho un po’ messo da parte. Magari con la bella stagione riprendo: ho qualche tonnellata di foto arretrate da pubblicare. Ciao

      • Mi pare di aver trovato le indicazioni sul libro proprio sul tuo blog. Aprofitto per farti i complimenti (non convenevoli!)

      • ringrazio e ricambio 😉 ciao!

  2. fatta ieri ( 25 aprile 2016) la discesa del monte Mia. Quoto al 100% la relazione di calcarea. riassumendo, consigliata con la enduro, da lasciar stare con la front

  3. Testato il giro ieri Ott 2017. Ultimo tratto sloveno (su strada e sentierino) prima di immettersi nel sentiero CAI verso la casera quasi impraticabile causa alberi caduti zecche ortiche ed incuria (fatto a piedi). Pare abbiano collegato la bella pista forestale slovena che sulla cartina muore sotto cima monte Mia con la ns casera Mia. Suggerisco di continuare per quella via ed evitare scorciatoie varie. Il giro vale un 7 se avete buone capacità discesistiche e gomme adatte (anche con la front).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: