Mountainbike nell’Alta Valle del But

freikofel - lavina 018

L’ultimo entusiasmante tour dello Zoufplan mi fornisce l’occasione per ricordare agli appassionati le numerose possibilità di escursioni nella Valle del But, che solo da Arta Terme fino al confine con l’Austria riempirebbero tranquillamente una Guida di sicuro successo.

Per ora, a parte questo blog e i numerosi contributi di mtb-forum, sono ancora reperibili alcuni opuscoli abbastanza datati editi col contributo degli enti pubblici e la partecipazione di Carniabike. Oltre, naturalmente,  al prezioso libretto annuale  col programma del circuito agonistico, una ventina di pagine di pubblicità con una tabella  di date in un riquadro. Sempre che non si decida di seguire “a ruota” qualche  aristocratica comitiva di cavallerizzi, quelli sì ben foraggiati da ogni dove. Anche se, come è noto, il foraggio ha i suoi pro e contro (mai visto cagate di mtb sui sentieri!)

https://calcarea.files.wordpress.com/2012/03/img_2499.jpg

Torniamo a noi: partiamo con la zona di Arta Terme, dove vi segnaliamo:

1) Anello Arta – Cabia – Rivalpo – Suart – Arta. Impegno in salita: difficile. Difficoltà in discesa: media  (un tratto non ciclabile in discesa)

2) Anello Arta – Cabia -Cjagnon – Cusin – Suart – Arta. Impegno come sopra ( qualche tratto non ciclabile in salita-traverso)

3) Anello Arta- Cabia – Troi di Cjalte – Arta. Impegno in salita: medio. Difficoltà in discesa: difficile

4) Salita Noiaris – Dauda – Melet (eventualmente fino in Tamai-Zoncolan). Impegno in salita: medio lungo. Discesa facile (pista forestale)

5) Anello di Rivo di Paluzza – Casera Monte Cucco – Lander – Salita molto difficile (un tratto di sentiero ripido a spinta). Discesa medio-difficile

6) Anello Paluzza- Valdaier – Dimon – Naunina – Paluzza (eventualmente allungabile al Monte Paularo). Itinerario classico . Salita e discesa di  medio ma lungo impegno.

7) Sutrio – Zoncolan- Sutrio. Salita medio facile su asfalto, discesa medio-difficile lungo il sentiero che incrocia la strada provinciale.

8) Priola – Zoncolan – Priola. Salita difficile su asfalto, discesa medio facile su sentiero.

9) Cercivento – Tenchia – Cimon di Crasulina – Panoramica delle Vette . Itinerario super classico.

10) Cercivento – Tenchia – Cercivento (sentiero CAI 154). Salita di medio ma lungo impegno, discesa difficile.

11) Anello dello Zoufplan (vedi ultimo post di Calcarea)

12) Ravascletto – Panoramica delle Vette- Valsecca – Ravascletto (sentiero CAI 152). Salita di medio impegno (un tratto a spinta su sentiero). Discesa medio-difficile (salita della staffetta di corsa in montagna)

13) Ravascletto – Panoramica delle Vette – Salars – Ravascletto. Salita su asfalto, medio impegno. Discesa medio-difficile  ( discesa della staffetta di corsa in montagna).

14) Ravascletto (o Comeglians) – Panoramica delle Vette – Casera Tarondon – Sentiero CAI 153 – Salars – Ravascletto ( o Comeglians) Salita media, discesa medio-difficile.

15) Cleulis – Casera Pramosio (eventualmente fino al laghetto di Avostanis) Salita media o difficile (se fino al Lago).  Discesa media o medio difficile ( a seconda che si scelga la pista forestale o il sentiero)

16) Cleulis – Agriturismo  Lavareit. Salita medio facile, discesa facile.

17) Timau – Val di Collina – Rifugio Marinelli. Salita difficile. Discesa media (difficile su Sentiero da Val di Collina in giù)

18) Anello di Monte Croce e Passo Cavallo. Salita facile. Discesa medio-difficile (qualche tratto a spalla).

https://calcarea.files.wordpress.com/2011/05/crostis-013.jpg

Quasi tutte le descrizioni degli  gli itinerari elencati sono consultabili su questo sito. Mi scuso per eventuali dimenticanze, che vi pregherei di segnalare. Buone pedalate!

PS.: tenete puliti i sentieri, liberandoli se possibile da rami e sassi e portando a valle rifiuti propri o altrui. Rispettate gli altri frequentatori della montagna, le proprietà e gli animali, cavalli compresi. Se proprio ci tenete anche chi li cavalca…

Annunci

~ di calcarea su giugno 18, 2013.

5 Risposte to “Mountainbike nell’Alta Valle del But”

  1. Ciao vi segnalo questo libro

    http://www.cjargne.it/libri/ruotegrosse.htm

    Saluti Max primus

    Collegato con MOTOBLUR™

  2. Vi segnalo questo bel

    Ruote grosse cervello fino

    http://www.cjargne.it/libri/ruotegrosse.htm

  3. Grazie! Sai dove si può comprarlo?

    • E’ stato stampato nel 2003 con il patrocinio del comune di Paluzza e non credo sia stato messo in vendita, veniva dato in omaggio e usato come promozione del territorio, io ne possiedo una copia, se ti interessa consultarlo è disponibile.

  4. Per i downhiller sfegatati segnalo anche la possibilità di scendere dal monte Tersadia verso nord, lungo il CAI 409 di sella Orteglas. Tocca però farsi una sfacchinata bici in spalla di un’oretta scarsa da dove finisce la strada in Valmedan alta fino alla spalla del Tersadia. Il sentiero, molto lungo, è ciclabile per almeno il 70% (in funzione delle capacità di ognuno), e la sua caratteristica principale è data dall’eterogeneità di fondo e aspetto tecnico. Infatti, alterna qualche tratto piuttosto tecnico, anche esposto, con pietre, radici e qualche saltino, ad altri ben scorrevoli con fondo sottobosco, o altri ancora con tornantini stretti dove bisogna ‘buttare dentro la bici’. Si arriva poco sopra forc. Lius e, volendo, si può ridiscendere verso Treppo lungo il Lavinal.
    Mandi a duc

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: