Monte Belepeit Padovan (m.1170) – Chiusaforte

Se ci si potesse innamorare di un sentiero ( e si può…) questo sarebbe uno dei più corteggiati. Se non altro perchè la cura che dimostra di meritare, con il suo fondo ampiamente decespugliato, testimonia una dedizione che non sembrerebbe di questo mondo. Non di questi tempi, quantomeno.

Continuiamo a rendervi conto delle esplorazioni nella destra orografica del fiume Fella in  Comune di Chiusaforte, stimolati dal libricino “Trois” edito dalla Cooperativa “La Chiusa”. Dopo il Belepeit non poteva non colpirci il suo dirimpettaio, a ovest del Riu di Cuestis, cui è stato destinato il curioso toponimo di Padovàn.

Il  sentiero parte nei pressi del Riu Simon e con  innumerevoli tornanti si snoda prima tra conifere, poi tra maestosi faggi e pini neri, fino a raggiungere il Stali dal Belepeit Padovan, in posizione panoramica ai piedi della parete rocciosa terminale. Il fondo è quasi sempre ideale e la pendenza alterna rampe faticose ad altre meno: percorrendolo in discesa ho riconsiderato la possibilità di comperarmi una di quelle mountain bike pieghevoli, senza cambio, pedali e catena, che si caricano in spalla dentro uno zaino per poi godersele in discesa. In alcuni tratti, infatti, questo sentiero, perfettamente mantenuto dai proprietari dello Stavolo, ricorda  una pista di bob.

In auto si va verso Chiusaforte. Poco dopo la lunga galleria che precede il paese, si gira a sinistra imboccando la strada provinciale per Roveredo e Ovedasso. Si parcheggia in uno spiazzo sulla destra poco dopo il ponte sul Rio Simon. Si torna indietro e sulla sinistra dopo 50 metri (tabella) si imbocca il sentiero, inialmente largo come una pista, contrassegnato dal segnavia CAI n. 425a.

Si sale a tornanti e si superano i ruderi dello Stavolo Sterpèit, per giungere a quelli di Pulize di Là. Qui abbandoniamo la traccia principale, costeggiando sulla sinistra il muro del rudere, per seguirne una  ripida un po’ confusa dal tappeto di fogliame. Ancora qualche tornante e si sbuca in una radura con lescje, faggi e pini:il Cuel Scjefin. Qui tocca fare attenzione e seguire a mezza costa un’esile traccia, mirando ai rari bolli rossi sugli alberi.

Poco più avanti il sentiero torna ad essere ben evidente e disegnato con ampi zig zag nel sottobosco di pini neri. Con alcune rampe un po’ più ripide si guadagna un altipiano a saliscendi che punta diritto verso il panettone roccioso terminale del “Padovàn”.  Si va diritti al primo bivio e si gira a sinistra al secondo, per seguire in falsopiano e poi in discesa la traccia più evidente, che in breve sbuca sui prati che contornano lo Stavolo, in una radura panoramica dove ogni vistatore vorrebbe poter passare del tempo, nella miglior compagnia possibile.

Volendo raggiungere la cima del Belepeit Padovan, rientrando dallo stavolo, si segua la prima o la seconda traccia a sinistra. Seguendo i bolli rossi, distribuiti con fin troppa parsimonia, e mirando in alto dove la traccia si confonde, in pochi  ma sofferti minuti si raggiunge il colle di vetta, da dove si possono vedere Canin e Sart, Plananiza, Montusel e Cozzarel, meditando altre esplorazioni.

Panorama a parte, l’escursione può tranquillamente concludersi allo Stavolo. Fin qui son già  più di 600 metri di dislivello comodi e rilassanti. A meno che non li vogliate percorrere “a bomba”; perchè questo tracciato, per le caratteristiche del fondo e la pendenza, sembrerebbe adatto anche per un buon allenamento.

Volendo prolungarlo, come consigliato da Fabio Paolini su “Trois”, dalla cima si scende verso nord su prato di lescje fino ad incrociare il sentiero CAI 425, che si può percorrere in discesa rientrando a Chiusaforte o, più comodamente, seguire nella sua diramazione di destra appena prima della località Pulize di Sopra, che attraversa il Rio Cuestis e riporta sulla traccia di salita.

Annunci

~ di calcarea su novembre 10, 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: