Anello di Sella Bioichia e del “Sentiero della Fede” da Rigolato

Grandiosa gita, una delle più belle della Carnia, che comprende una salita faticosa ma mai proibitiva su piste forestali dall’ottimo fondo e una discesa su sentiero  magnifica, attraverso alcune delle borgate più suggestive del Comune di Rigolato, sulla destra orografica del  Degano. Grazie al Giaz che me l’ha consigliata, permettendomi così di evadere per qualche ora dalla calura di fondo valle, immerso nel bosco con lunghi tratti ben ombreggiati.

La discesa, in particolare, mi pare sia la punta di diamante di questo anello: percorre inizialmente il sentiero CAI 151 (che da Givigliana conduce sul Crostis) e successivamente il “Sentiero della Fede”, CAI 162, per un totale di 900 metri di picchiata  quasi completamente ciclabile (a parte due schianti e due brevissimi tratti ghiaiosi) e assolutamente entusiasmante sia per il fondo che per la varietà dei passaggi e degli scorci.

Descrizione: dalla piazza di Rigolato in direzione Forni Avoltri, si gira a sinistra prima della galleria verso Tors e Givigliana. Superata la borgata di Tors, si procede su asfalto fino al gruppo di case di Autimis, dove dopo una fontana si gira a sinistra su asfalto.

L’asfalto lascia ben presto il passo a una sterrata con buon fondo che si segue con pendenze alterne e mai severe fino ad incrociare un’altra pista. Si gira a destra continuando a salire (segnali con spray giallo). Al prossimo bivio si prosegue diritti in salita, evitando la pista erbosa che scende verso Givigliana. Le pendenze cominciano a farsi sentire: dopo 2 tornanti si giunge ad un bivio: invece di seguire i segnali gialli proseguiamo diritti con lunghissimo obliquo e tratti cementati.

Incontriamo un segnavia CAI 151 che può accorciare la salita portando più rapidamente al single trak. Io vi consiglio di stringere i denti e tirare dirito, conquistando con ancora un po’ di fatica il magnifico falsopiano su mulattiera che segue alla pista.

Si incontra di nuovo il sentiero CAI 151, dove ha termine la salita ciclabile . Chi ha ancora voglia e gambe, può salire in breve a piedi fino alla Sella vera e propria per ammirare il panorama sul Crostis, la Val Degano,  il Vallone di Plums e il gruppo del Cogliàns. La prima parte della discesa è una picchiata su erba ripida ma ben percorribile; si sfiora uno stavolo ristrutturato e si entra nel bosco, affrontando una serie entusiasmante di tornanti con qualche passaggio tecnico.

Più in basso il sentiero si trasforma in colatoio e e in due o tre punti è consigliabile scendere, per superare dei tratti troppo pietrosi e due alberi schiantati. Si raggiunge e si attraversa una pista erbosa, per raggiungerla più in basso e seguirla per un tornante. Lungo il rettilineo successivo, in prossimità di un tornante, si gira a sinistra seguendo i segnavia CAI e con qualche tornante su fondo lastricato si entra nell’incantevole Givigliana.

Scendendo verso sinistra tra le case si incontra ben presto la tabella CAI che indirizza verso il Sentiero della Fede (CAI n.162). Per mia fortuna mentre mi dissetavo alla fontana ho incontrato il signor Aldo, che mi ha suggerito una variante ciclisticamente perfetta al tracciato originale. Ci si immette sul sentiero e si scende agevolmente.

Superato un ponticello si costeggia un muro a secco, raggiungendo uno stavolo dove qualche esteta ha dipinto due enormi frecce blu. Si affrontano  in sella o a piedi i venti metri che seguono, tra due muretti. A questo punto inizia la variante di Aldo, che ci condurrà direttamente a Vuezzis evitando Stalis, con percorso divertentissimo. La variante è segnalata con una scritta e si stacca verso sinistra alla fine del muretto.

Raggiunta la borgata di Vuezzis, si gira a sinistra su asfalto e dopo 15 metri si imbocca una stradina in salita, con tabella CAI bel evidente. Da qui a Gracco il sentiero è di nuovo molto bello, ma in due risalite tocca scendere e spingere. Raggiunto il paesino, si gira a destra in discesa e si torna a Rigolato, risalendo alla fine per 1 km dal letto del Degano (puff puff…)

Vuezzis

Dettagli: sviluppo 23 km circa, dislivello attorno ai 1000 metri. Ciclabilità 99%, asfalto 35%. Difficoltà : salita facile ma lunga e faticosa, discesa di media difficoltà. Acqua in abbondanza lungo il percorso. 

Gracco

Annunci

~ di calcarea su luglio 6, 2012.

2 Risposte to “Anello di Sella Bioichia e del “Sentiero della Fede” da Rigolato”

  1. Ottima la variante “Aldo” e la discesa su Gracco rispetto alla classica discesa diretta da Givigliana. Percorsa il 3 agosto 2013.

    • Ti segnalo la possibilità di ampliare il giro, salendo da Mieli a Tualis fino alla panoramica. Poco prima che la salita finisca, si prende a sinistra una mulattiera che porta ai ruderi di Casera Neval. Da qui si porta la bici i salita per una quindicina di minuti lungo la bella mulattiera abbandonata,fino a incrociare il sentiero CAI che dalla cima del Crostis porta in Sella Bioichia. Da qui fino a Mieli seguendo il giro che hai appena fatto. Mandi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: