Maltatal!

Dopo anni di tentennamenti e diffidenza siamo finalmenti capitati in Maltatal per scalare. Questa meravigliosa vallata, rinomata per lo scialpinismo e il boulder, ci era sempre sembrata troppo lontana, abitudinari come  siamo e come solo i carnici riescono ad essere. Decine  di viaggi nel carnaio di  Osp per provare quasi sempre i soliti tiri, unti e intonacati di magnesio, quando con la stessa percorrenza chilometrica si sarebbe arrivati ai piedi di questa altrettanto maestosa parete granitica (ci perdonino i geologi se non usiamo il termine corretto), inclinata quanto basta per accontentare sia placchisti che strapiombisti, amanti dello spalmo o delle monotrazioni con sovraccarico.

Alla fine un resoconto entusiasta del nostro austriaco di Tarcento (“Tiri a 9 stelle ma spittatura da falcetto”) e un colpo di telefono di uno dei pochi tolmezzini frequentatori del posto (“Qui tutto asciutto”) ci hanno fatto muovere il culo per quell’ora e mezza di autostrada e 20 secondi di avvicinamento che sono richiesti per mettere le mani sul settore più appariscente di questa parete, dove a distanza di pochi metri coabitano un pugno di bei tiri per principianti e bambini, una placconata di 35 metri e un pilastro strapiombante multicolore, dove svasi, fessure e tacche compongono un collage stupefacente, interrotto solo dalle linee di spit o resinati frutto di una recente e non troppo generosa richiodatura.

Il settore di cui vi parliamo, Kreuzwand, incombe con più di 70 vie sulla strada della Maltatal, evidentissimo dopo la prima grande cascata che cattura lo sguardo pochi chilometri dopo il paesino di Malta. Dal parcheggio si può quasi far sicura su qualche tiro, tanto per dirvi quanto breve sia l’accesso. L’orientamento  a sud e l’altitudine attorno a 800 metri ne consiglierebbero una frequentazione invernale, ma nelle mezze stagioni (salvo le giornate particolarmente calde) si scala ugualmente , tenendo anche conto che una parte della parete viene raggiunta dal sole dopo le 13.

La parte destra è costituita da una placconata pazzesca dove abbiamo provato due vie attorno al 6b/b+ (“Bronto S.” e “Light foot”) , una delle quali potrebbe di diritto entrare nella top ten delle più belle scalate europee di questo livello. All’estrema destra un settore di tiri più brevi e facili. A sinistra, prima di un pilastro più atletico con almeno un 6c da antologia, ” Mowe Jonathan” , altri tiri più facili dove hanno scalato i nipoti.

A sinistra di “Jonathan” partono altre vie con una prima parte più facile e secondi tiri fino al 7c+.

Salendo un sentierino verso sinistra si raggiunge il panoramico terrazzo posto sotto  un incredibile pilastro strapiombante, dove Gino ha salito in pochi tentativi l’8a “Killing Ghandi” (prima catena 6c+). Qui abbiamo provato “SexPoint Charlie”, 7a e “Bussard”, un 6c+  perfetto.

Salendo ancora a sinistra ci sono molte altre lunghezze con roccia  articolata,  ma inclinazione ragguardevole. Per finire abbiamo fatto un giro su “Geierwally”, 6b+ con forme incredibili e spit distanziati (consigliabile rinviare anche un vecchio spit dimenticato, prima della catena!)

Chi volesse darci ascolto può trovare l’elenco abbastanza aggiornato delle vie e degli altri settori (Gino consiglia di fare una capatina anche a “Happyness wall”) sulla guida di Ingo “Klettern in Kartnen und Osttirol”, utile ma come al solito un po’ confusa.

"Happyness wall"

 In autostrada da Villach, in direzione Salzburg, si esce a Gmund poco dopo Spittal, per imboccare la strada della Maltatal (chi volesse percorrerla interamente si troverebbe in pochi chilometri in mezzo alle nevi e ai ghiacciai degli  Alti Tauri).

Raccomandiamo una sosta nell’incantevole cittadina di Gmund dove,  oltre a un bel centro storico con immancabile castello, troverete anche un Museo della Porsche e l’atelier- artpark  di un sorprendente scultore-assemblatore di ferraglia. Da considerare, anche in base all’esito della giornata arrampicatoria, una visita allo zoo degli asini tra Malta e Gmund. 

Annunci

~ di calcarea su maggio 1, 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: