Il Quinto Segreto di Shifu

L’origine dei luoghi di culto si perde nella notte dei tempi.

Un evento atmosferico di rilevanza come un incendio scaturito dalla caduta di un fulmine, lo sgorgare di una nuova fonte dalla roccia, l’apparizione di un santo o la lacrimazione di un conto corrente in rosso, hanno dato il là a credenti devoti, a visionari incalliti o a farabutti di ogni risma, per  individuare,  topograficamente, situazioni metafisiche che potessero approcciare all’atarassia, alla trascendenza.
 
 
 
Ora, concedendo a chiunque la sacrosanta libertà di credere o non credere, di crearsi altarini immaginifici dove scaricare o ricaricare le proprie interiorità, bisogna distinguere tra i luoghi di culto certificati e quelli frutto del “fai da te”, tipo le madonnine piangenti della Standa di Monte Porzio Catone!
 
Qualcuno si chiederà del perchè di tale preambolo ed anche del perchè del periglioso addentrarsi in un campo così “borderline” tra cio’ che possiamo toccare con mano e cio’ che esula da una concezione empiristica delle cose.
Vedete cari amici, ma preferisco apostrofarvi come fratelli o, meglio, discepoli: anch’io, da buon agnostico, non mi ero mai posto più di tanto il dilemma relativo  alla bontà delle affermazioni a proposito dei sopracitati luoghi di pellegrinaggio, fintanto che qualcosa  ha iniziato a pervadere la mia esistenza di una sorta di accrescimento interiore, di rifiorita consapevolezza e di uno sprizzare di energia (proprio quella!!), rispetto alle quali  le performances di qualche attempato piazzista brianzolo, facente ausilio di pompette idrauliche ed altri Calambour, appaiono oltremodo risibili (lo erano comunque, anche se in un contesto nazionalmente tragico!).
 
 
Immagino che a questo punto sarete  rosi dalla curiosità, consunti dalla bramosia di conoscere a cosa il venerabile Shifu faccia riferimento dopo un preambolo che, con tutto il rispetto, sta estendendo l’erosione fin nelle sferiche intimita’!
Pensavo di svelare l’arcano in una successiva epistola, così, per temprarvi nell’ insana voglia di sapere, ma la mia benevolenza  non conosce confini e quindi mi accingo a farvi partecipi del quinto segreto di Shifu (i primi quattro li ho scordati!).
 
 
 L’altra sera, insieme a due Climbers pastori  di umile estrazione, mi accingevo a spegnere le luci del Palazzetto, a conclusione della serata rampicatoria; buio che fù, dalla struttura, nella sua parte centrale, si liberarono dei bagliori accecanti, uno sfavillio di tonalità  iridescenti che lasciarono il maestro ed i pastorelli interdetti,  in una contemplazione mistica,  attraversati da quelle onde fluorescenti che ci penetrarono  nell’ anima.
Ci avvicinammo con reverenza ed apprensione per meglio comprendere l’entità del fenomeno, appurando che il Turbillon di energia e di luce, proveniva proprio da lei, e non poteva essere altrimenti, era lei che si palesava, che ci ammantava di sfolgorante bellezza!
 
 
Cazzo ma chi? …pretendereste ora di sapere,  già pregustando di prendere il maestro Shifu a calci nel deretano alla prima occasione !
Ma come chi, fratelli, discepoli, illuminati ?!
Lei, la GIALLA :  era diventata cosa viva,  emanava energia mistica!
 
 
Tralascio il fatto che il giorno dopo il pastorello Max abbia fatto 5+1 al superenalotto ed il pastorello Spali abbia scalato “On Sight Free Solo Con Una Mano In Tasca”  un 9A+,  perchè sono solo congetture, così come attorno al Maestro Shifu si sia creato un Harem di 25 amazzoni illibate,  ma,  cari amici,   questa  è la pura verità!
 
Un piccolo inconveniente è dato dal fatto che in struttura, accanto alla Gialla,  si faccia  fatica a scalare  a causa dei già numerosi ex-voto deposti dai Climbers più  devoti; c’ ‘è la coda di cavallo di Alex Graputti, un decimetro quadrato di tatuaggio del Chen, un pezzo affilatissimo di lingua del Doc ed altre testimonianze di imperitura  riconoscenza!
Venite fratelli, con un minimo contributo di 5 Euri da versare alla fondazione “Shifu 4 Shifu”, potrete poggiare le mani sulla Gialla (  non necessariamente chiuderla )  ed inebriare  di vitalità e fortuna  voi e  i vostri cari!!
 
Venghino Siori, solo 5 Euri!!
 
Annunci

~ di calcarea su marzo 21, 2012.

3 Risposte to “Il Quinto Segreto di Shifu”

  1. Una sola cosa non mi è chiara, Maestro: perchè ILLIBATE !?

  2. trattasi di ancelle devotissime!!!

  3. …e con questo si spiega l’arcano del cartellone pubblicitario plastificato che recita “GIALLA” nel bel mezzo della palestra !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: