Bielschitza (Svacica) – Karavanke

Prima spedizione nelle Karavanke su imbeccata di Giulio, il nostro agente a Furnitz. Bella gita che ripaga ampiamente dell’ora e mezza d’auto con un ambiente interessante e il manto nevoso impeccabile, nonostante anche da quelle parti ci sia stata scarsità di precipitazioni.

Non abbiamo trovato la “farina” che ci aspettavamo, perchè nella parte alta  del tracciato il vento di stanotte deve averla portata via, ma un bel pendio costante con neve compatta e, in salita, anche troppo dura (indispensabili i rampant ).

In questo gruppo a cavallo tra Austria e Slovenia ci sono numerose altre sciate, anche impegnative, alcune  delle quali probabilmente impraticabili al momento per scarsità di neve. Forse l’unica che fa eccezione, a parte la nostra odierna, è la salita all’Hochstuhl, che sfiora il nostro punto di arrivo di oggi provenendo però dalla valle parallela (Barental). Impressionante, in quest’ultima vallata, il canalino del Weinash (tutte queste salite sono recensite sul Fava-Moro). Oggi abbiamo visto un solo scialpinista impegnato in salita sul ripido canalino della Selenitza (accesso come il nostro, poi si sale più a est).

Descrizione.:  Da Tarvisio a Villaco e poi attraverso Finkenstein fino a Ferlach (40 km da Villaco). Per chi vuole Autostrada fino a St.Jacob e si risparmia un bel po’ di tempo. A Ferlach si prende a destra in direzione Slovenia e Loiblpass  e dopo 5 Km di salita si gira a destra verso la valle di Bodental. Si parcheggia alla fine della strada in prossimità della Gasthof Bodenbauer; già dal parcheggio è visibile la nostra  forcella. Si seguono le piste di fondo in direzione dell’ obiettivo; dove la pista gira per scendere si prosegue su buona traccia. Attraversato un breve tratto con vegetazione fitta si sbuca  sul pendio e lo si segue fino alla forcella. Tolti gli sci, chi vuole può salire in breve alla  cima su mughi senza neve (bel panorama). Chi non ne abbia voglia può affacciarsi alla forcellina sulla destra per ammirare la vallata parallela, le sue ripide sciate e la Klagenfurter Hutte. Si rientra seguendo il percorso di salita.

Dettagli: dislivello 900 mt, esposizione NE. Difficoltà BS. Pericolo come da bollettino (oggi 1/2). Qualche sasso affiorante. Utili rampant e casco. Bibliografia Fava Moro 1999

22 Gennaio 2012

 

Annunci

~ di calcarea su gennaio 22, 2012.

2 Risposte to “Bielschitza (Svacica) – Karavanke”

  1. Ciao Calcarea,
    su tua precedente imbeccata ho fatto lo Stivale del Pizzo Collina, è stata una bella gita!
    Domenica vorrei provare la Bielschitza, ritenete (tu e il tuo “agente” di Furnitz) che sia innevata a sufficienza?
    Dovrebbe aver fatto un 20-30 cm, nelle ultime due settimane…
    Grazie di nuovo!
    Pietro

    • L’Agente in questi giorni si è sbizzarrito sul Dobratch. E’ vero che c’è un bel po’ di neve fresca, ma non è detto che in quota sia rimasta tutta lì, viste le sventagliate dell’ultimo periodo. Però io credo che tu vada sul sicuro. Noi domenica andremo a fare un giro sopra Kraniska, in direzione Vrsic: una gita descritta sui libretti austriaci della Rother sotto il nome di Krnica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: