Anello di Malga Tamai e Zermula (per Ponte Fuset)

Questo magnifico anello, uno tra i più belli che ho percorso negli ultimi tempi, venne utilizzato lo scorso anno per disputare una gara di mtb (sono ancora presenti alcune tabelle). Mi aspettavo quindi di trovarlo in condizioni di manutenzione migliori, ma le pioggie recenti debbono aver fatto di sicuro la loro parte. Rimane comunque un percorso che vi consiglio caldamente, anche se la fantastica discesa è un po’ complicata dall’attraversamento di qualche frana in corrispondenza di numerosi torrentelli. Ma un po’ di disagio e di cautela non spaventeranno i più genuini appassionati; d’altra parte anche  arrivare in cima a una montagna senza un po’ di apprensione e di esposizione avrebbe  un sapore diverso…

Percorso completo, con una salita impegnativa su asfalto e uno sterrato molto meno faticoso e in buone condizioni specie nel lungo traverso da malga Tamai a malga Zermula, una discesa entusiasmante fino al famoso Ponte Fuset sulla Forra del Chiarsò e punti panoramici impagabili, come la vista di Sernio e Grauzaria da Malga Tamai.

Descrizione: si lascia l’auto a Paularo nei pressi del distributore e si affronta la salita in direzione di Cason di Lanza e Malga Pizzul, prendendo poi verso quest’ultima. Sia prima che dopo l’abitato di Ravinis le pendenze sono alterne, ma complessivamente l’impegno non è proprio banale. Giunti a un bivio al Km. 5,3 si gira a sinistra su pista forestale dal fondo sassoso ma compatto che con pendenza accettabile e dopo pochi tornanti conduce ai prati della Casera Tamai, in posizione incantevole.

Rientrati sulla pista principale (Km. 7,2) si prosegue con ancora pochissima salita raggiungendo il lungo traverso in quota che porterà fino a Casera Zermula, dove si arriva in discesa dopo 10 km abbondanti.

Da Casera Zermula un strada cementata picchia in discesa fino a incrociare in breve la statale che porta in Lanza, nei pressi della baita “Da Nelùt”. Si gira a destra e dopo 30 metri si incontra l’ingresso per il sentiero CAI 442 (tabella mtb e tabellone turistico per il sentiero delle “Callas”, famosa forra, raggiungibile  senza bici!)

Inizia qui il tratto più entusiasmante della discesa, non troppo tecnica e raramente esposta, contraddistinta da un fondo quasi sempre ideale e tornanti non troppo stretti .

Lasciata a destra la deviazione per le “Callas” (raggiungibili a piedi e con prudenza) si raggiunge al km 13.3 il Ponte Fuset con vista mozzafiato sulla Forra del Torrente Chiarsò.

Dopo il ponte si spinge brevemente la bici in salita e si comincia la lunga discesa verso Paularo, durante la quale si scenderà per una decina di volte per brevi tratti. In corrispondenza di una frana si porterà il mezzo per buoni 5 minuti, facendo molta attenzione a dove si mettono i piedi. Si incontrano altri ponticelli metallici e si sbuca finalmente con una risalita dopo l’attraversamento di un guado sulla strada asfaltata che attraverso la frazione di Villamezzo vi riporterà a Paularo.

Dettagli: sviluppo 20 km scarsi, dislivello 850 mt. Ciclabilità 95%, asfalto 40%. Acqua in abbondanza lungo il percorso. Juke Box funzionante in Pizzeria a Paularo!

12 agosto 2011

Annunci

~ di calcarea su agosto 13, 2011.

9 Risposte to “Anello di Malga Tamai e Zermula (per Ponte Fuset)”

  1. scusami ma vorrei una spigazione in più su cosa intendi per esposizione e apprensione perchè volevo provare questo giro sabato ma non vorrei che fosse pericoloso. Ci terrei a farmi la birra a Pau sano e salvo!!!! Grazie

    • Se si passasse a piedi non ci sarebbero problemi. Ma il tratto di frana obbliga ad un po’ di circospezione. Tieni conto che io non sono un biker esperto in single trak alpinistici, quindi potrei aver sopravvalutato la cosa. Inoltre non riesco a mettere le bici che ho adesso in spalla, quindi devo accompagnarle; così dove c’è spazio per due piedi a volte mi trovo un po’ a disagio. In ogni caso ti assicuro che come “esposizione” non c’è rischio di far salti, piuttosto di scivolare su terreno ghiaioso un po’ instabile. Ma la traccia per “pedoni” è buona. Per fare un paragone: il traverso da Avrint verso il sentiero della Forcje che poi porta a Pusea…oppure il traverso da Tugliezzo a Stivane come lo si trova dopo una “montana”…buon giro, non preoccuparti. Mandi

  2. Volendo allungare il giro c’è la possibilità, anzichè scendere direttamente a Paularo, di salire alla Casera Cuesta Robbia bassa. Lungo l’itinerario di ritorno sopra descritto, poco dopo il ponte Fuset si imbocca a destra la traccia che poi incrocia una pista forestale (svoltare a sx) che conduce in salita con una lunga serie di tornanti alla Casera Cuesta Robbia. L’itinerario della gara prevedeva la prosecuzione verso Valdaier – Ligosullo. Propongo invece di imboccare il sentiero 456 che, attraversando un magnifico bosco, scende verso Villamezzo trasformandosi poi in carrareccia con alcuni tratti cementati. Quest’ultimo sentiero l’ho percorso a piedi e sono convinto che tranne in alcuni brevi tatti la ciclabilità sia garantita. Da provare!!!

  3. bravo….complimenti per le foto…da un coetaneo…della val d’incaroio…auguri per il blog..ciao

  4. Mandi a duc, scusate ma sono interessato all’attuale condizione del sent. CAI 442 che scende a Paularo. E’ qualche anno che non lo faccio e non saprei come sia la condizione in particolare dove c’è la frana più grossa. Gianni parli di 5′ a piedi, ma da dove si interrompe il bel sentiero bisogna salire a monte o scendere attaversando la nicchia in basso?
    Grazie mandi

    • Ciao alberto, rispondo a questo post e al rientro dalle ferie risponderó anche agli altri. Grazie per i tuoi contributi. Se ti va di pubblicare qualche giro sarebbe fantastico, basta che ne lo mandi all’email cattagibi@tiscali.it. Non so come sia il sentiero, ma ti consiglio di rientrare risalendo a Cuesta Robbia e poi da lì per sentiero cai( vedi post del 2012)mandi!

      • Buongiorno Gianni, intanto ti auguro buone ferie! Poi magari al tuo rientro e durante l’estate possiamo metterci d’accordo per fare qualche pedalata assieme ed in compagnia (anche con Giaz), così da ripercorrere qualche bel sentiero. Devo essere sincero: io quando vado in bici non tendo a portarmi dietro macchine fotografiche, navigatori, gps, o altri marchingegni futuristici. Sono un pò all’antica ed è già tanto che abbia il ciclocomputer! Per cui in tutta onestà non sarei in grado di documentare adeguatamente le escursioni come d’altra parte fate ottimamente voi su questo blog. Per cui, se fosse da andare assieme in modo tale da curare ogni aspetto dell’escursione, più che volentieri!
        A presto
        Mandi

  5. Mandi Gianni…percorso questo giro sabato 24 insieme alla consorte (che ha un po’ cristonato sul sentiero di discesa a Paularo). Giro molto bello, incantevole luogo Casera Tamai, salita su asfalto tostina. Prima parte di sentiero in discesa per le Callas abbastanza pietroso ma percorribile. Dopo il Ponte Fuset e la risalita, in effetti c’è un cartello MTB che indica a destra (non ci sono altre tabelle indicative), ma da buon carnicostano (mix tra Carnia e Valle d’Aosta), ho seguito le tue indicazioni e sono sceso dal sentiero…devo dire che alcuni tratti sono agibili al limite e anche cosparsi da pietre evidentemente cadute dall’alto…non è proprio così sicuro…è un peccato perchè invece alcuni tratti sono proprio belli!
    Userò ancora in futuro le tue indicazioni, grazie e mandi…ti aspetto in Vallée.

    • Che peccato! Se avessi saputo ti avrei consigliato di leggere l’aggiornamento dello scorso anno su questo giro, che descrive appunto la risalita come indicato dal cartello verso Cuesta Robbia con discesa a Paularo su un troi più umano. Per la verità la miglior discesa si trova ancora più verso Valdaier, mi dicono, ma non l’ho ancora fatta di persona. Maledizioni meritate, comunque. Io me la sono fatta abbastanza addosso nel traversare, da solo, la frana….tu almeno eri in buona compagnia!!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: