Pieve “Mari di Guart” – Casera Valinia

Costretto dalle condizioni metereologiche ad evitare pericolose esplorazioni su sentieri scivolosi, ho provato a percorrere questa salita su piste forestali senza informazioni sulla sua ciclabilità. Per fortuna ho trovato delle condizioni del fondo sterrato da discrete a buone e pendenze impegnative ma mai proibitive, così posso consigliare questa escursione agli amanti delle ascensioni lunghe e faticose e delle discese “a bomba” dove la difficoltà maggiore alla fine diventa la capacità di riuscire a tirare i freni fino all’arrivo evitando crampi alle dita!

Descrizione: si lascia l’auto nel piazzale dietro la Pieve Mari di Guart, arrivando  da  Cella di Ovaro appena dopo scollinato, sulla destra. Dal piazzale parte una pista (cartello di divieto ben visibile)  che costeggia il Torrente Miozza e propone subito qualche breve strappo più ripido; qualche centinaia di metri di pista, rullata su ciotoli provenienti dall’esondazione del torrente, hanno un fondo non proprio scorrevole, ma la progressione è migliore di quanto  si tema. Dopo poco più di 1 km si incrocia la pista che proviene da Mione e porterebbe agli Stavoli Navas (vedi itinerario su questo blog). Si gira a destra superando un guado e al bivio successivo si tiene la sinistra in salita (cartello di Cantiere all’inizio).

Per almeno tre chilometri la salita propone una successione di tornanti con tratti impegnativi, a volte cementati, alternati ad altri nei quali è possibile recuperare gambe e fiato. Il fondo è discreto e per fortuna va migliorando. Giunti in prossimità di un rudere di stavolo si sta per affrontare l’ultimo lungo rettilineo impegnativo che , dopo  un corto tornante,  introduce alla parte più pedalabile della salita, che ha anche un fondo abbastanza levigato.

Giunti a un cancello si intuisce che la fatica sta per finire: ancora un chilometro scarso, con pendenze accettabili e si arriva alla Casera, dove tra ruderi e “ristrutturazioni” si trova comunque una fontana ristoratrice. Discesa piacevole seguendo il più possibile i bordi o il centro erbosi della pista.

Dettagli:  Partenza e arrivo: tra Cella e Agrons, frazioni di Ovaro. Sviluppo 13 km circa. Dislivello 900 metri. Ciclabilità 100%. Sterrato 99%. Acqua: anche troppa!

Annunci

~ di calcarea su luglio 27, 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: