Pizzo Timau- Cima Avostanis – Forcella Cercevesa

Favoriti dalla velatura di nubi della prima mattina abbiamo sfidato la calura avventurandoci per l’ennesima volta da Casera Pramosio in direzione delle consuete gite, sempre più costellate di spiazzi erbosi;  trovando una bella neve dura con strato di ex farina gessoso sul Pizzo Timau, una discreta neve alterna -tratti duri e tratti cedevoli- su Cima Avostanis e, dulcis in fundo, uno strepitoso firn sul canale che scende da Forcella Cercevesa verso i ruderi della Caserma della Finanza (e. a quel punto erano le 11 passate). Come dire: non tutto è perduto. Mal che vada due giri fino a Forcella Cercevesa, per complessivi 700 mt di dislivello, ve li potete ancora fare. Senza per forza partire col buio.

Lo Scarniz sembra invece non troppo sicuro (lunghe linee di distacco orizzontali a metà pendio)

Dislivello totale 1200 mt circa. Difficoltà BS. Pericolo 2, in aumento nelle ore calde. Consigliabile, visto gli orientamenti)  salire prima il Pizzo (fino all’inizio della cresta), poi Avostanis, poi eventualmente Scarniz e da ultima Forcella Cercevesa, che “tiene” fin quasi alle 12.

Forcella Cercevesa

6 aprile 2011

Advertisements

~ di calcarea su aprile 6, 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: