SICILIA (S.Vito lo Capo)

….riceviamo a pubblichiamo volentieri questo diario di arrampicata siciliana inviatoci da un nostro lettore….

Alpinisti da spiaggia in Sicilia

Racconti entusiastici di amici comuni hanno indirizzato l’ultima trasferta del nostrano gruppetto carnico.

Al contrario delle ultime annate dove la “gita sociale estiva” riguardava sempre vette di 4000m, ghiacciai vari per lo più nel settore occidentale delle Alpi, con la solita allegra compagnia delle grandi occasioni si decide di andare a dare un occhio alla mecca dell’arrampicata sportiva sicula e più precisamente a S. Vito Lo capo (Salinella)  in provincia di Trapani.

L’accesso alla zona delle falesie non è difficile, infatti arrivando dall’aeroporto “Falcone e Borsellino” di Punta Raisi, con una macchinetta a nolo, si è all’attacco delle vie in un’oretta circa di viaggio.

Il primo impatto con la zona d’arrampicata è di quelli tipo “colpo di fulmine adolescenziale”: a poca distanza da un mare cristallino orlato di scogli e spiaggette si eleva una falesia lunga un paio di km e alta in media una cinquantina di metri, il tutto sotto lo sguardo vigile di una vecchia torre di avvistamento (Torre Insulidda).. e poi macchia mediterranea, un po’ di pineta per ripararsi dal sole nelle ore più calde e tante vie di una roccia fantastica raramente rinvenibile altrove.

 
 
 
 

Parte della Falesia di Salinella

Lungo la muraglia ci sono numerosi settori d’arrampicata; quelli interessati dall’invasione carnica sono stati in particole il campeggio, Moretti, la Torre Insulidda e la Cava.

In due gionate di arrampicata ci siamo portati a casa 25 tiri di difficoltà medio-basse ma di grande soddisfazione per la loro bellezza.

La roccia è un calcare marino perlopiù grigio con venature rosse, molto grezzo e offre un’aderenza eccezionale (migliore a mio avviso del calcare di Avostanis).. In molti casi le prese sono particolarmente lavorate dagli agenti atmosferici e risultano piuttosto taglienti e ruvide tanto che la pelle delle mani ne paga le conseguenze a fine giornata.. Le vie non risultano unte anche se la frequentazione del sito è alta e multietnica.

L’attrezzatura delle vie è in genere buona a parte rare eccezioni.. In particolare ricordo un monotiro che mi ha dato il buongiorno nel settore “Torre Insulida” dove la spittatura è ogni 4m.. Percorrendola ho rivissuto attimi di bella vita passati in Avostanis ai tempi della prima spittatura..

 
 
 
 
 
 

"Dog bites man", 6a+ al Settore Cava

 

 Il 90% delle vie sono chiodate con fittoni resinati inox d’importazione inglese (o forse autoprodotti ?). Le vere novità sono costituite dalle soste dove non aspettate di trovarvi la classica catena con moschettone a cui siamo abituati bensì ferri arricciati di varia forma e foggia che il più delle volte costituiscono la vera difficoltà della via (ho visto un sistema simile solo nella falesia di Anduins).

I gradi risultano abbastanza coerenti, forse anche troppo alti su certe vie.

Info utili:

Accesso: dall’autostrada che collega Palermo a Mazara del Vallo uscire a Castellamare del Golfo, proseguire poi per strada statale verso Trapani e quindi per S. Vito Lo Capo e il Camping El Bahira (cartelli turistici marroni). L’accesso alle falesie avviene dalla stradina del campeggio in meno di 5 minuti.

Sistemazioni: noi abbiamo soggiornato a Castellamare del Golfo in un B&B.. Da qui sono 35 min di auto. La sistemazione ottimale sarebbe in una struttura a S. Vito Lo Capo, paese turistico a 5 minuti di strada dalle falesie.

Per arrampicare: la nostra trasferta si è svolta dal 19 al 25 settembre. Con cielo velato si arrampica tranquillamente tutto il dì; con cielo sereno alle 11 si deve mollare per il sole battente per ricominciare alle 16 quando il caldo molla la stretta. L’accesso alle vie avviene su sentierini dove vegetano parecchi cespugli spinosi, consiglio vivamente un buon paio di scarpe da ginnastica.. Ciabatte o crock lascialrle a casa!

Oltre alle lucertolone che sono presenti ovunque prestare attenzione perché girano anche serpentelli..

Pelle su "Way of light"

 Un paio di rinvii in più non guastano e serviranno in sosta a fare una longe per ancorarsi il tempo necessario a capire il rompicapo del “ferro di calata”.

Il settore “cava” presenta belle vie ma il terreno è letteralmente ricoperto di escrementi caprini, attrezzarsi a modo.

Una buona lozione antizanzare è d’obbligo dalle 17 in poi.

Altre attrattive in zona:

–        riserva naturale orientata dello zingaro, zona non antropizzata con bellissime calette per un bagno rigenerante – 3€ ingresso;

–        area archeologica di Segesta con gli antichi resti della magna grecia (tempio e teatro), 9€ l’ingresso;

–        isole Egadi (Favignana e Marettimo) con traghetto da Trapani a 18€ a/r, belle le varie zone balneari e tutto ciò che riguarda la lavorazione del tonno;

–        saline di Trapani;

–        S. Vito lo Capo con la sua spiaggia bianca e le acque caraibiche, uno spettacolo.

I ritmi dei meridionali sono decisamente diversi dai nostri, gente cordiale e tranquilla col quale è bello scambiare quattro chiacchiere in serenità.

Elisa su "Kind of madness"

 La giornata termina con il sole che cala sul mare all’orizzonte. Non saranno le nostre Alpi carniche ma questo angolino di Sicilia mi ha offerto emozioni forti che resteranno nel mio cuore come un bellissimo ricordo.

 

Elisa e Fabio nel settore Moretti

     

Omarut

Omarut  Settembre 2010

Annunci

~ di calcarea su ottobre 1, 2010.

Una Risposta to “SICILIA (S.Vito lo Capo)”

  1. ciao volevo se avete informazioni da darmi dato ke a fine aprile vado una settima ad arrampicare se mi date qualche dritta sulle falesie e dove dormire a un buon prezzo GRAZIE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: