“LAGGIO NORD”, tra passato verticale e futuro strapiombante.

Mattia su "Ipazia"

Anche quest’anno l’estate sta per finire e ci siamo dimenticati di Laggio! Ogni volta che ci si torna, ci chiediamo perchè mai un posto così bello, con tiri così interessanti, al fresco e in ombra, a poco più di un’ora di auto da Tolmezzo, rimanga così defilato nel campionario dello scalatore friulano. Adesso poi che ci sono anche i super strapiombi fino ai 45 metri, come a Ceuse, e non solo i muri verticali così tecnici e poco “di moda”….!

Laggio Nord è il nome di una serie di falesie poste lungo il canalone ovest del Monte Tudaio di Razzo, appena sopra il paesino di Piniè.   Due sono i settori che vi consigliamo, perchè più interessanti, frequentati e con chiodatura da abbastanza aggiornata a nuovissima. Si tratta del vecchio “Laggio Nord” , un muro giallo-nero verticale con difficoltà fino all’8a e prevalenza di 7b-b+, scalata esigente che richiede ottima padronanza nel movimento dei piedi e dita d’acciaio. E del “Laboratorio”, settore che fino a due anni fa contava solo tre striminziti tiri fino al 7a , ma che attualmente è l’anfiteatro strapiombante più corteggiato del Cadore (almeno d’estate…), viste  le altissime difficoltà   (con sviluppo sempre sopra i 30 metri)  e il letargo estivo di Erto.

Giac su Mandragora

Laggio Nord è stato chiodato, all’inizio, come molte altre falesie del bellunese o del comelico, da Icio Dall’Omo e Daniele De Candido, con qualche intervento successivo di “Popi” (Marco Zandegiacomo).  Attualmente, nel settore strapiombante dove Canòn sta cercando di risolvere un possibile 9a, il lavoro di chiodatura è passato di mano al più giovane ed entusiasta Michele Zorzi (“Lupus”), che con Icio ha realizzato la gran parte del lavoro,  ma anche Daniele   e Cristian Casanova hanno dato il loro contributo . Una certa attività di richiodatura, anche se molto parziale, è in corso anche nel settore sul ghiaione, quello nel quale sono state scattate le foto di questo pezzo.

 Nel settore Nord vi consigliamo, oltre al diedro centrale di “riscaldo”,  6b , in ordine di difficoltà crescente, “La quiete prima della tempesta”, 6c,   “Toio l’avvoltoio”, 7a, “Polenta e osei”, 7a+, “Raindogs” e “U2”, 7b, “Mandragora” 7b+, “Hard Bizzarre” e “Coffee shop” per il livello  7c/c+. Mattia dice che “Ipazia”, 8a, è molto bella e difficile. Di sicuro è stata corteggiata da tutti big del nordest e nessuno l’a salita in meno di tre tentativi.  La relazione quasi completa di questo settore è presente nella Guida alle falesie del Nord Est edita da Alp molti anni fa (quella con Mauro Corona in copertina) curata da Andrea G.Daneri.

l'indecifrabile roccia di Laggio

Del settore strapiombante chiamato “Laboratorio” possiamo dirvi che, da sinistra a destra, i quattro tiri “abbordabili” hanno, fino alla prima catena di sosta, rispettivamente le difficoltà di 6c+, 7a+, 7b e 7a.  Tutto a destra, c’è anche un tiro su placca attorno al 6b+. Il 7a, allungato, vale 7c+(“Regno”). Alla sua destra un 8a+, “Skin”, un 8a (“One love”) ecc. ecc. fino appunto al possibile 8c+/9a, che Canon sta cercando di risolvere. Per conoscere le difficoltà dei megatiri di questo settore non potete che chiedere ai frequentatori (di solito numerosi) o attendere l’imminente uscita della Guida delle Falesie della zona.

Informazioni pratiche: che si arrivi da  Sappada, dalla Mauria o da Casera Razzo, tocca arrivare a Piniè e salire oltre il paesino, parcheggiando al Bar “Pino Solitario”. Di fronte al parcheggio salire lungo una ripida pista forestale che in 15 min porta al settore strapiombante e in altri 10 al muro verticale di Laggio Nord. Le due falesie sono orientate a Nord Ovest; il sole arriva nel tardo pomeriggio. Clima quasi sempre fresco, anche nelle giornate afose. Dopo pioggie intense o prolungate è meglio informarsi sulle condizioni delle pareti, che non asciugano molto in fretta. I tiri duri hanno quasi tutti i rinvii in sede, fissi. Corda lunga!

Annunci

~ di calcarea su settembre 6, 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: