AGOSTO 2010

In questo trascorso  mese di agosto, disturbato dalle avverse condizioni metereologiche, registriamo soprattutto le performances in terra giuliana di Sebastian, che ha salito rotpunkt ben due tiri di 8b al Baratro e un 7c on sight nella Falesia istriana di Buzet, in gran parte chiodata da Andrea Polo.

seba d'annata

Dalle nostre parti continua la frequentazione della storica e temibile falesia della Mauria da parte di Alex, Giacomino e Moreno, che ci hanno promesso un contributo scritto su questo importante e ingiustamente poco frequentato sito. Restando alle falesie di confine, vi segnaliamo  il fermento chiodatorio che ha investito nell’ultimo anno le pareti di Laggio Nord, con l’enorme sviluppo, in lunghezza e difficoltà dei tiri, soprattutto del settore strapiombante “Specchio di Sara”. Nel più verticale e tecnico settore sul ghiaione del Tudaio, qualche giorno fa Mattia ha  sfiorato la realizzazione al secondo giro dell’unico 8a presente, lo storico  “Ipazia”, che non è mai stato salito in 2 tentativi. Nella stessa giornata il “nostro” si è consolato con l’on sight sul severo 7b+ di Mandragora. Su Laggio nord stiamo preparando un articolo che dovrebbe uscire a giorni…

 

 

Mattia ha salito al secondo tentativo (come Gino del resto)  l’8a della falesia austriaca del Passo Monte Croce, attrezzata dall’instancabile e simpatico Reihnard Ranner, chiodatore anche di un fantastico 7c+ sulla parete della X (Scogliera), che domenica scorsa hanno “chiuso” rtp Nico e Mattia e che già aveva portato a casa Chen, il quale da parte sua sta guarendo in velocità dall’infortunio motociclistico.

nico d'annata in scogliera

In Parete Bianca nuovo 7b (“Baby Snakes”) liberato flash da Mattia e subito ripetuto da Andrea, che  ha  salito “a vista” due 7b nella falesia crucca di Monte Croce e il nuovo tiro attrezzato da Albino e Ferdi a Somplago-Chiesetta, “Mano”. In  Parete Bianca, ci fa particolarmente piacere che Osvaldo abbia ripetuto rtp il 7b/b+ di “Sofa”.

Infine due parole su Illegio e sulla richodatura a resinati di “Alessandra” e “Gloria”, giustamente criticata. Alcuni resinati si sono girati in posizione orizzontale per il passaggio di una cordata prima che la resina solidificasse. Su Gloria il problema era limitato ad un ancoraggio, che è stato sostituito da un fix inox. Su Alessandra rimangono ancora tre resinati storti, per i quali mi scuso e provvederò alla sostituzione. Da qui a sconsigliare di salire questi due tiri perchè sarebbero pericolosi , però, ce ne passa! Infatti prima del lavoro, tuttora incompleto, i tasselli erano di diametro insufficiente, arrugginiti,  con foro non abbastanza profondo e posizionamento non ideale; su Gloria la prima placchetta era stata “asportata” . In questa via l’unico resinato “girato” non si è rotto neppure dopo ripetute martellature. Su Alessandra, poi, ho lasciato in sede ANCHE i fix vecchi, quindi chi la volesse salire può addirittura rinviare due tipi di ancoraggio! Allora: se è pericolosa adesso vuol dire che lo era ancor di più  in passato; o no!? Che lo si dica solo ora dopo anni di frequentazione e di meetings fa venir il sospetto di un po’ di malafede…

nico domenica sul 7c+

 

Annunci

~ di calcarea su settembre 1, 2010.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: