Islanda

 

L’islanda è un paese impossibile da descrivere a parole, eppure secondo me queste righe scritte da Pietro Citati in un articolo sulla Repubblica in occasione dell’ultima attività del vulcano Eyjafjallajökull, colgono la vera essenza di questo paese: 

All’inizio del ventunesimo secolo, uno vi trova le origini della terra, la fine dell’universo, le metamorfosi dei vulcani, gli incubi della natura e dell’uomo, l’Ade, gli abissi, i miracoli dell’acqua e del fuoco.

Per due o tre settimane si superano i limiti e le difese che la cauta mente dell’uomo ha costruito nei secoli tra se e l’ignoto.

Quanto a colori, non è facile comprendere cosa la natura vulcanica preferisca.

Perché ora sceglie il nero più desolato e sinistro: per decine di chilometri, si avanza in deserti di cenere e pomice dove nemmeno un lichene può crescere e che nelle giornate di cielo sereno scintillano come una pianura vetrificata.

Qualche chilometro più in là, lo spettacolo è completamente diverso.

Il fuoco ama i colori: le distese di fango bollente non hanno una tinta omogenea, ma sono marrone scuro, giallo ocra, rosa, rosso, violetto, blu-grigio, arancione o quasi bianco: tinte ora più tenere ora più accese come se quel fango bollente fosse la tavolozza abbandonata da un grande pittore che si è nascosto nel cuore del fuoco…”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Alessia e Mattia, giugno 2010

Annunci

~ di casanovam su agosto 3, 2010.

2 Risposte to “Islanda”

  1. … Islanda, un mio sogno nel cassetto… Non costasse così tanto sarei già andato; una terra di contrasti incredibile, troppo bella! Avevo cercato di approfittare un anno fa quando la borsa del paese era crollata e “credevo” (ingenuamente) di siuscire a prenotare un biglietto aereo nella loro moneta, ma i maledetti accettavano solo euro e il prezzo era leggermente calato.. Peccato, toccherà metter via il gruzzolo per tempi migliori
    Foto spettacolo

    • I prezzi sicuramente non sono i più economici, noi abbiamo cercato di risparmiare sui pernottamenti. I campeggi costano veramente poco e si trovano ovunque, in media 6 euro a testa per notte e quasi tutti sono forniti di cucina comune. Costa molto la macchina, al giorno dai 65 euro in su, anche se conviene spendere qualcosa di più e prendersi una jeep perchè hanno molte strade sterrate dove è vietato andare con la macchina normale. Anche i biglietti dell’aereo sono una bella botta rispetto ad altre mete, mi sembra di ricordare che ho speso sui 400 euro a persona. Tuttavia è un posto che vale proprio la pena essere visitato, ha un fascino tutto particolare difficile da trovare in altri paesi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: